Ipnosi per la cura del cancro

gennaio 19th, 2014 | Posted by Igor Vitale in Ipnosi | Psicologia Clinica

Ipnosi come risorsa nella cura del cancro

Studio del contributo dell’ipnosi nella cura dei pazienti oncologici

Maria Venturi

ipnosi-cancroL’ipnosi è riconosciuta in medicina come un’ efficace terapia complementare, infatti sono disponibili alcuni dati qualitativi riguardanti i benefici che essa può portare. Questo studio è  finalizzato ad esaminare il contributo dell’ipnosi per la cura dei pazienti con cancro avanzato. I risultati dimostrano che l’ipnosi è un mezzo efficace ed efficiente per sviluppare le risorse di persone affette da malattie gravi.

Dopo una media di quattro sessioni di ipnoterapia, i pazienti hanno dichiarato di essere in grado di individuare le risorse precedentemente sfruttate in se stessi e sono stati in grado di diventare autonomi nell’uso dell’auto-ipnosi. Il vantaggio principale riportato riguardava una riduzione dell’ansia. Per i pazienti con ansia di morte, l’ipnosi ha permesso loro, all’interno di un ambiente terapeutico percepito come sicuro, di esplorare diversi aspetti della loro paure e di sviluppare strategie di adattamento.

A parte una leggera fatica sperimentata durante le sessioni, non sono stati segnalati effetti collaterali avversi. In conclusione, questo studio esplorando gli effetti dell’ipnosi ha permesso di individuare importanti vantaggi per i pazienti affetti da cancro avanzato. Di conseguenza, la replica su scala maggiore è raccomandata per accertare la misura in cui sia possibile estendere questi risultati e per meglio definire le caratteristiche dei pazienti con maggiori probabilità di trarre beneficio da questa terapia.” [26]

4) “L’ IPNOSI PER LA CURA DEL CANCRO: UNA CURA DA PIU’ DI 200 ANNI

L’ipnosi è stata utilizzata per offrire comfort psicologico e fisico per le persone con diagnosi di cancro per quasi 200 anni. Gli obiettivi di questa revisione sono:

1) descrivere l’ipnosi e le sue componenti e dissipare i malintesi;

2) fornire una panoramica di ipnosi come prevenzione del cancro e come tecnica di controllo (che declina il suo utilizzo nella gestione del peso, nello smettere di fumare in aggiunta alle procedure diagnostiche e di trattamento del cancro);

3) discutere le future linee di ricerca.

Complessivamente, la letteratura supporta i benefici dell’ipnosi per migliorare la qualità della vita durante il corso della malattia e del trattamento. Tuttavia, deve essere fatto molto più lavoro per esplorare l’uso dell’ipnosi nella sopravvivenza, per capire i mediatori e moderatori di interventi di ipnosi, e per sviluppare efficaci strategie di diffusione.” [27]

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

One Response