Generalizzazione, Cancellazione e Deformazione in PNL

marzo 10th, 2014 | Posted by Igor Vitale in Psicologia del Lavoro

Roberto Desiderio

pnlCOSTRUZIONE DELLA MAPPA

Disponiamo di tre meccanismi che intervengono nel nostro modo di mappare il mondo. Questi ci permettono di costruire mappe di una certa esattezza e per questo sono di estrema utilità. Possono però risultare limitanti tanto da impoverire la nostra esperienza del mondo.

Generalizzazione PNL

È il procedimento con il quale elementi o parti del modello di una persona vengono staccati dalla loro esperienza originaria e giungono a rappresentare l’intera categoria di cui l’esperienza è un esempio. Per esempio è utile sapere generalizzare dall’esperienza di una bruciatura al contatto con una stufa rovente alla regola che le stufe roventi non vanno toccate. Quindi la nostra capacità di generalizzare è essenziale per affrontare il mondo. Con questo meccanismo possiamo utilizzare la nostra memoria, la nostra esperienza passata, per risolvere problemi in situazioni simili. D’altra parte lo stesso processo di generalizzazione potrebbe portare una persona a stabilire delle regole che di volta in volta possono essere opportune o meno La generalizzazione può diventare un meccanismo bloccante quando ad es.  si è morsi da un cane e concludiamo  che tutti i cani mordono. Da qui se ne deduce che non esistono generalizzazioni giuste, ma ciascun modello dev’essere valutato nel suo contesto.

Cancellazione PNL

È  un procedimento con cui, selettivamente, prestiamo attenzione a certe dimensioni della nostra esperienza e ne scartiamo altre. Così facendo possiamo utilmente orientarci nell’enorme quantità di dati che ci provengono dal mondo esterno attraverso i nostri organi di senso. Un esempio e’ quello della madre che non si sveglia per nessun rumore, ma che è in grado di percepire anche un flebile respiro del proprio bambino. Anche la cancellazione tuttavia può farci perdere, nel suo uso deleterio, importanti aspetti dell’esperienza quotidiana. Quante volte ad esempio può capitarci di considerare solo molto tempo dopo valori positivi di una persona che non ci era molto simpatica; eppure tali valori erano da sempre presenti in quell’individuo, ma semplicemente…. non li vedevamo! La cancellazione riduce il mondo a proporzioni che ci sentiamo in grado di maneggiare. Questa riduzione può essere utile in alcuni contesti, ma può essere fonte di sofferenza in altri.

Deformazione PNL

Con questo processo possiamo letteralmente trasformare la realtà introducendo dei cambiamenti nella nostra esperienza sensoriale. Famoso è l’esperimento in cui venne fatto vedere ad un gruppo di studenti un mazzo di carte con le picche rosse ed i cuori neri; nessuno di loro notò alcunché di strano. Appare evidente che quelle facoltà che ci permettono di organizzare la  realtà nella maniera per noi più creativa e proficua sono le stesse facoltà che noi possiamo utilizzare a nostro danno,  tanto da portarci a considerare il mondo da un’ottica estremamente impoverita,  causa di problemi e infelicità. Le difficoltà che incontriamo non si trovano nella realtà ma nella mappa del mondo che ci siamo costruiti. Ne deriva che la soluzione dei problemi non si basa su inutili tentativi di cambiare la realtà esterna, ma al contrario su precise operazioni mentali che ci consentano di riorganizzare la esperienza che abbiamo del mondo e di accedere a nuove alternative.

Scopri adesso il Corso Gratuito in PNL

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.