Ridurre le abbuffate con l’ipnosi – Psicologo Bologna

aprile 16th, 2014 | Posted by Igor Vitale in Ipnosi | Psicologia Clinica

Ipnosi e abbuffate Psicologo Bologna

 

Se hai cliccato qui sei probabilmente incuriosito dal fenomeno psicologico delle abbuffate. Si, esistono situazioni psicologiche nelle quali la persona sente l’intenso desiderio di abbuffarsi con una grande varietà di cibi. Chi ha delle abbuffate, quando lo fa, predilige cibi grassi e/o dolci come grandi torte, interi barattoli di nutella, scatole di biscotti e così via.

Le abbuffate, se messe in atto molto saltuariamente, sono un comportamento rischioso per la salute, ma non rappresentano un vero e proprio disturbo. Il comportamento è rischioso, ci si può lavorare in termini psicologici, ma non si tratta di un vero disturbo.

 leopardi abbuffate

Forse non tutti sanno di personaggi illustri che hanno messo in atto questo comportamento nel passato. Giacomo Leopardi ha avuto spesso questo  tipo di comportamento, si abbuffava di cib dolci e questo purtroppo ha probabilmente concausato il suo decesso, che avvenne proprio dopo un’abbuffata di confetti.

 Collezione Ruggiero Giacomo Leopardi - Confetti Cannellini - durante

I confetti che uccisero Giacomo Leopardi

Abbuffarsi è rischioso per la salute, ma saper regolare questo tipo di comportamento occorre intervenire. Un lavoro psicologico può essere molto utile, si sono rivelati molto interessanti i risutlati prodotti quando si interviene con la  psicoterapia breve strateica, la psicoterapia cognitivo comportamentale e l’ipnosi.

Oggi vi parlo di uno degli approcci più affascinanti e scientificamente validi utilizzati in psicologia: l’ipnosi. La dott.ssa Marcia Degus-Mather della North East London mental health Care Trust ha pubblicato sulla prestigiosa rivista Contemporary Hypnosis un caso di risoluzione delle abbuffate tramite ipnosi.

 ipnosiLa paziente aveva avuto abbuffate per tutto il periodo adolescenziale e l’età adulta ed aveva provato ad affrontare il problema con diversi tipi di terapia senza nessun tipo di risultato.

Come accade spesso nei disturbi dell’alimentazione, questa persona ha iniziato ad avere problemi di identità, una sorta di mancanza dello stato di identità un po come se avesse dentro di sé parti diverse, separate tra loro, una specie di frammentazione dell’identità.

In questi casi l’ipnosi è particolarmente indicata, soprattutto quando si utilizza la Ego-State Therapy, una terapia che consente di aprire un dialogo con varie “parti di sé”. L’autrice della ricerca, mediante l’uso di tecnica come il “ponte-affetto”, ha iniziato a far dialogare la paziente con se stessa, iniziando a ristrutturare la sua visione di sé.

A seguito delle induzioni ipnotiche, orientate a rafforzare la propria identità, seguite da una terapia cognitiva, ottenendo così il superamento completo del problema.

Abbuffarsi, quindi, è un comportamento che può essere affrontato con approcci singoli (ipnosi) o con una combinazione di alcune tecniche (ipnosi, strategica, cognitivo comportamentale)

Se vuoi affrontare concretamente il problema, contattami

consulenzapsicologica

Igor Vitale – Psicologo Bologna – abbuffate – bulimia

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

3 Responses