Tecniche di memoria: come il cervello immagazzina le informazioni

febbraio 6th, 2015 | Posted by Igor Vitale in Neuroscienze

WCENTER 0REDADFGHZ -La memoria è l’insieme di processi in base ai quali gli eventi del passato influenzano le risposte future. Il cervello interagisce con il mondo e registra le diverse esperienze. Le esperienze precoci modellano il nostro modo di comportarci e di avere rapporti con gli altri. Il cervello è formato da retine neurali la cui struttura consente l’apprendimento attraverso meccanismi di registrazione delle informazioni.

La stimolazione di determinate reti neurali altera la loro probabilità di venire riattivate in futuro (più le attivo, più è facile riattivarle).

Le informazioni vengono registrate e recuperate attraverso cambiamenti a livello di connessioni sinaptiche che dirigono i flussi di energia all’interno del sistema neurale. Le esperienze influenzano la struttura cerebrale, il nostro cervello è in continuo sviluppo. I processi della memoria coinvolgono meccanismi neuronali e creano connessioni sinaptiche, queste connessioni modificano la modalità con cui il cervello funziona.

Il modo in cui ricordiamo è determinato da quali componenti verranno successivamente attivate. La nostra mente è capace di produrre un’immagine indipendentemente da una stimolazione sensoriale specificaà rappresentazione (possono essere di diverso tipo: sensoriali, percettive, semantiche, etc.). Le memorie si basano sul collegamento di diversi pattern e ciò che viene immagazzinato in loro sono probabilità di attivazione di determinati profili neurali…non cose!

L’impatto iniziale che un’esperienza ha sul cervello è l’engramma che include vari aspetti ed è il risultato dell’associazione di diverse forme di rappresentazione.

Vi sono diversi processi di registrazione à traccia mnestica formata da base essenziale e dettagli specifici; con il tempo i dettagli possono diventare meno netti ma la base sarà sempre accessibile. Il ricordo è il risultato della costruzione di un nuovo profilo di eccitazione neuronale, che presenta caratteristiche proprie dell’engramma iniziale ma anche elementi della memoria derivati da altre esperienze e che risente delle influenze esercitate dal contesto e dallo stato della mente di quel preciso momento.

 

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

2 Responses