Stress e Stressor: Definizione in Psicologia

febbraio 16th, 2015 | Posted by Igor Vitale in Psicologia Clinica

stress-lavoro

Lo stress è una risposta dell’organismo a richieste di modificazione e cambiamento da parte dell’ambiente. Stimoli fisici, biologici, psicosociali di natura interpersonale sono detti stressors e costituiscono l’insieme di richieste di modificazione e cambiamento. La risposta allo stress si manifesta come risposta aspecifica, tramite modificazioni neuroendocrine (attivazione asse ipotalamo-ipofisi-corticosurrene) in termini fisiologici.

Le emozioni svolgono un’opera fondamentale di mediazione nel decodificare ed elaborare informazioni ambientali. Attivazione fisiologica diventa reazione psicofisiologica perché accanto agli stimoli ambientali si attua il processamento cognitivo delle emozioni.

Così la risposta diventa specifica traducendosi nelle capacità di coping dell’individuo.

La distinzione fra stress assoluti o reali e stress percepiti, riguardanti una minaccia indotta dall’interpretazione soggettiva di una situazione nuova, imprevedibile, incontrollabile.

Lo stress psicologico rimanda ad un rapporto strettamente dialettico fra condizioni ambientali di stress (stressors) e caratteristiche specifiche del soggetto che vi risponde.

Caratteristiche salienti degli stressors sono:

  1. Natura: stimoli fisici e stimoli di natura interpersonale, relativi, mediati dalla componente soggettiva ed assoluti;

  2. Timing: momento o periodo evolutivo nella storia in relazione a fase di sviluppo e periodo critico del bambino;

  3. Durata: sporadicità (stress acuto) o continuità (stress cronico).

La risposta allo stress avrà effetti diversi in base alla durata. La risposta a stress acuti ha un valore altamente adattivo, consentendo di mobilitare risorse per affrontare la minaccia, la cronicizzazione delle risposte che si osserva negli stress cronici, comporta conseguenze negative da un punto di vista fisiologico.

Non solo la mediazione cognitiva degli stressors è individuo-specifica, ma anche la componente di mediazione fisiologica (reattività asse HPA – ipotalamo – ipofisi – corticosurrene).

Fattori e processi permettono od ostacolano ed impediscono il processamento di stimoli ambientali nuovi, variabili ed incerti, in modo flessibile da permetterne l’integrazione. Quando questa è promossa si passa dallo stress all’arricchimento della personalità, dove l’integrazione non è promossa la mancanza di adattamento porterà al trauma o stress traumatico

Per saperne di più:

Vuoi Ridurre il Tuo Stress? Contatta uno Psicologo – Dr. Igor Vitale – 329 599 75 85 – igor@igorvitale.org

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

2 Responses