Test Proiettivi: riassunto, macchie d’inchiostro, caratteristiche psicometriche (Rorschach, TAT, CAT, Blacky Pictures)

giugno 8th, 2015 | Posted by Igor Vitale in Psicometria

macchie d inchiostroTest di Rorschach

È un test individuale.

È composto da 10 macchie di inchiostro simmetriche, ognuna su una tavola a sé: 5 macchie consistono soltanto di sfumature grigie e nere; due contengono anche tocchi di rosso vivo, nelle tre rimanenti sono combinate sfumature di vario colore.

Fasi di somministrazione:

  1. le tavole vengono presentate una alla volta e i soggetti devono commentarle
  2. il soggetto esamina nuovamente le tavole, spiegando le proprie risposte e rispondendo ad alcune domande inerenti.

Il Rorschach è sicuramente il test proiettivo più famoso; se codificato oggettivamente può essere usato a fini sperimentali quando i questionari di personalità non riescono a cogliere la ricchezza e la sottigliezza del materiale psicologico.

Può portare risultati attendibili sia in ambito clinico che lavorativo.

Molte critiche sulla modalità di interpretazione delle risposte.

B: Thematic Apperception Test (TAT) → Murray

Obiettivo di questo test è indagare la personalità, mettere in luce aspetti inaccessibili con altri metodi.

È formato da 31 stimoli su tavola, di cui uno bianco.

Si chiede ai soggetti quali sono i sentimenti e i pensieri delle persone raffigurate sulle tavole e di spiegare le loro azioni.

Le immagini sono state pensate per stimolare la fantasia e fornire l’occasione di elaborare delle storie. Le tavole, infatti, non sono ambigue e sono poco strutturate proprio per permettere diverse interpretazioni.

Nel manuale del test vengono indicati 19 bisogni (di successo, di sostegno, di conoscere, di dominare,…).

Attraverso il TAT si possono indagare emozioni (conflitto, ansia, tristezza,…) e pressioni (aggressione, rifiuto, perdita,…).

Dalla combinazione di bisogni e pressioni vengono elaborate tendenze motivazionali.

Viene utilizzato per misurare quasi tutte le variabili dinamiche d’interesse per lo psicologo.

Può produrre informazioni utili sulle pulsioni e sui conflitti rilevanti della personalità.

 

C:Children’s Apperception Test (CAT) → Bellak

É la versione del TAT per bambini di età compresa fra i 3 e i 10 anni.

Gli stimoli sono stati scelti per stimolare la loro fantasia e per conoscere aspetti della personalità e della crescita del bambino che sono considerati importanti dalla teoria psicoanalitica (le immagini hanno chiara connotazione psicoanalitica).

L’obiettivo è, infatti, stimolare la fantasia dei bambini su alcune tematiche.

Due serie di tavole:

  1. Tavole con animali
  2. Tavole con figure umane

 

Con la maggior parte dei bambini è più adatta la versione con gli animali (forse perché è più attraente, gli stimoli piacciono di più).

Variabili da valutare: chi è, quali sono le sue caratteristiche principali, i suoi bisogni, ansie, difese.

Le tavole del CAT vengono interpretate con grande libertà e per questo è molto criticato.

 

D: Blacky Pictures → Blum

Il Blacky Pictures è una tecnica proiettiva progettata per testare le ipotesi psicoanalitiche (le immagini sono costruite ad hoc).

È formato da 11 disegni di una famiglia di cani (i cui membri sono 4) in situazioni che fanno riferimento alla teoria psicosessuale di Freud.

Per ogni tavola i soggetti devono raccontare una storia su quello che sta succedendo e su come si sente ognuno dei protagonisti. Al termine di ogni storia vengono fatte alcune domande a scelta multipla (sempre riguardanti la storia appena raccontata).

Psicometria

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.