Visual Squash: una tecnica di PNL per il Cambiamento Rapido

settembre 25th, 2015 | Posted by Igor Vitale in Ipnosi

Pnl-visual-squashVisual squash 

Il visual squash è una potente tecnica di PNL che ha la funzione di integrare delle parti o degli aspetti che sono in conflitto della persona. Per esempio, una parte può voler continuare a giocare al computer, un’altra parte vuole finire un importante compito.

Questo pattern della PNL prende due parti separate e ne crea una nuova.

Collasso negative di ancore

Se hai ancorato due sensazioni negative, questo processo può essere efficace, per esempio posso sentirmi irritato quando vedo le rose perchè mi ricordano un evento spiacevole.

Collassare le ancore negative è una tecnica della PNL che funziona meglio con gli stati primari. Non funziona per il trattamento rapido delle fobie. Questo accade perchè l’ancora – nelle fobie – è troppo impattante. E’ necessario prima di disconnettere la risposta associata.

 

Per l’apprendimento

Un utilizzo interessante del visual squash è quello di usare la cornice di riferimento per aiutare gli altri ad apprendere.

Spesso consideriamo teniamo le abilità come strettamente separate tra di loro. Ad esempio, una skill nell’organizzazione dei progetti può essere trasferita nell’organizzazione ed applicazione del lavoro.

Il processo del Visual Squash

  1. Immagina lo stato del problema in una mano.
  2. Costruisci una rappresentazione del problema che riguardi la vista, l’udito, la sensazione, il sapore e l’odore. Senti il peso, la temperatura e la consistenza della cosa proprio come se fosse reale. Per esempio: “mi sento ansioso per l’intervista di selezione, sembra un buco nero, sembra melmoso, freddo e pesante e sa di toast bruciato”.
  3. Decidi lo stato desiderato.
  4. Costruisci una rappresentazione del problema che riguardi la vista, l’udito, la sensazione, il sapore e l’odore. Senti il peso, la temperatura e la consistenza della cosa proprio come se fosse reale. Per esempio: “mi sento ansioso per l’intervista di selezione, sembra un buco nero, sembra melmoso, freddo e pesante e sa di toast bruciato”.
  5. Torna indietro e visualizza lo stato del problema in una mano, lo stato desiderato nell’altra
  6. Avvicina lentamente le due mani assieme in modo appropriato
  7. Porta le due rappresentazioni a fondersi ad a cambiare in qualcos’altro.
  8. Porta la sensazione in una parte del corpo

La tecnica è estremamente potenziata dallo stato di Ipnosi, che consente un cambiamento più rapido ed è consigliabile affrontarla con un operatore abilitato.

di Igor Vitale

 

Manuale Gratuito di Ipnosi

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

One Response