Un Esercizio Psicologico che ti Farà Sentire Bene

gennaio 3rd, 2016 | Posted by Igor Vitale in Benessere | Psicologia Clinica

cervello-umano

Mi occupo di psicologia da anni ed uno degli esercizi più efficaci per far riappropriare le persone del proprio senso di benessere è così semplice che ogni volta che convinco qualcuno a farlo resto molto colpito di quanto possa essere efficace.

Prima che ti mostri questo esercizio, vorrei dirti che la parte difficile non è quella di fare l’esercizio, ma è quello di credere che l’esercizio ti procurerà tanti benefici e ti porterà ad impegnarti nel farlo e nel comprenderne i risultati.

 

Spesso quando do questo esercizio ai miei clienti, tornano indietro due o tre settimane dopo, senza averlo provato. questo va bene; io sono certo che loro non proveranno l’esercizio inizialmente, ed è questo il motivo per cui io non do questo esercizio per alcune settimane prima di averli allenati a sufficienza, e prima di avergli fatto capire i benefici dell’esercizio, prima di avergli fatto capire che il potere dell’attenzione che pongono sui lati positivi della vita ha un effetto sul modo in cui il cervello funziona.

Ok, quindi qual è l’esercizio?

  • Prendi un blocco di carta e mettilo sul comodino, scrivi tre cose che ti sono piaciute della tua giornata
  • La mattina seguente, leggi la lista prima di alzarti dal letto
  • Ripeti questo ogni giorno per 30 giorni

Non devono essere grandi cose, come ad esempio “Sono una persona buona”, possono essere anche molto semplici come “mi è piaciuto come ho mantenuto la parto per il mio collega”, “mi piace il fatto che non ho perso la pazienza nel traffico oggi”, oppure “mi piace il fatto che sto facendo questo esercizio

Per una persona depressa, questa attività può determinare un sacco di sforzo. Perché? Perchè la ricerca sulla depressione mostra che le persone affette da questa patologia fanno un errore di attenzione, pongono attenzione soprattutto sugli aspetti negativi della propria esperienza, e una volta che attivano lo schema tendono a ruminare, cioè a ripetere i pensieri negativi, senza mai riuscire a spostare l’attenzione sui lati positivi.

Più tempo spendi a pensare a qualcosa, più diventa importante nel tuo spazio mentale, e più facile diventa il suo accesso dal punto di vsita cognitivo. Inoltre, più pensi a qualcosa, più il tuo cervello inizierà a cercare qualcosa di simile nel tuo ambiente, creando un filtro selettivo che tenderà ad auto-avverare il pensiero che hai creato.

Una persona con depressione, che va ad un parti può ricevere 10 complimenti, ma si fisserà solo su quella persona che ha detto che il modo in cui indossa la sua maglia è “interessante”, quella persona probabilmente tornerà a casa ruminando su pensieri come: mi chiedo cosa c’è di sbagliato con la mia maglia. Non mi stava bene. Cosa c’è di sbagliato in me? E’ umiliante. I 10 complimenti sono stati dimenticati.

 

Quindi come può aiutarti questo esercizio?

La ricerca ha dimostrato che ci vuole più sforzo dell’attenzione per spostarsi da un pensiero negativo, rispetto ad un pensiero neutro. Questo semplice esercizio ti aiuterà a spostare l’attenzione dal flusso di pensieri negativi; direzionando la tua attenzione sugli aspetti positivi di te.

Mentre cominci a farlo, non solo inizi ad essere consapevole degli aspetti positivi della tua vita, ma inizi anche ad interpretare gli eventi positivi in un modo migliore. I complimenti diventano qualcosa che inizi ad ascoltare ed accettare perchè sono più congruenti con il tuo nuovo modo di vedere te stesso. Inizi ad interpretare gli eventi che si verificano attorno a te in un modo meno critico.

Ma ricorda: non c’è nessun vantaggio sul tuo benessere psicologico nel capire come l’esercizio funziona, il beneficio arriva quando si inizia a fare l’esercizio.

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

One Response