Articolo di Cecilia Marchese L’utilizzo delle neurotecnologie sugli individui presenta problematicità sia al livello dell’attendibilità della ricerca, che dell’interpretazione dei risultati della ricerca. Come affermato da uno dei primi studiosi del brain imaging, Marcus Raichle, «quelle immagini così seducenti sono al contempo buone e cattive» (citato in Lorenzo d’Avack, 2013, 14). Molti riconoscono che tali …
Read more

Articolo di Cecilia Marchese Il notevole incremento della metodologia neuropsicologica è stato possibile, negli ultimi anni, grazie anche allo sviluppo di tecnologie particolarmente sofisticate, in particolare quelle di neuroimaging (o brainimaging). Le tecniche di brainimaging si dividono in 2 grandi categorie, i metodi di visualizzazione strutturale che studiano la forma del cervello e la presenza di …
Read more

Il siero della verità. E’ il Tripental Sodico, un barbiturico ad azione ipnotica utilizzato nell’indizione dell’anestesia generale, il farmaco inibisce l’azione di un neurotrasmettitore che eccita le reazioni cerebrali, provocando una sensazione di calma ed una condizione di rilassatezza che metterebbe l’individuo in una condizione di maggiore predisposizione a confessare la verità. Ma la sua …
Read more

Articolo di Salvia Gelsomina Abbiamo già chiarito come per particolari categorie sociali e professionali esiste uno specifico rischio di diventare vittima di stalking da parte di ammiratori, clienti o assistiti (Pathè, Mullen, e Purcell, 2002). Attori, politici, cantanti e altre figure dello spettacolo e dello sport da sempre sono categorie professionali più facilmente esposte al …
Read more

le tecniche poligrafiche Dalle considerazioni effettuate, ed ammesso che con il solo ragionamento non sia possibile capire se una persona stia mentendo o dicendo il vero, nel corso del tempo ci si è adoperati nella messa a punto di strumenti scientifici progressivamente più sofisticati con la finalità di sopperire ad una capacità piuttosto carente degli …
Read more

LA RICERCA DEL MODENA GROUP ON STALKING Il Modena group on stalking (gruppo di studiosi europei che si è riunito con lo scopo di approfondire, mediante ricerche internazionali e multidisciplinari) ha condotto una ricerca per studiare il fenomeno dello stalking. La ricerca da tale gruppo effettuata in Italia si è basata su un campione di …
Read more

Articolo di Cecilia Marchese La menzogna “visibile” Studi, ricerche ed elaborati esperimenti scientifici svolti nel campo del comportamento ingannevole hanno consentito di studiare l’attivazione del nostro corpo durante l’elaborazione ed esplicitazione di condotte e messaggi menzogneri relativamente a due livelli: uno “visibile”, cioè esteriore, rilevabile dalla misurazione dell’alterazione di alcuni parametri fisiologici ed epidermici attraverso …
Read more

Articolo di Cecilia Marchese Nel proseguire con la nostra analisi è bene quindi ricordare primariamente che non esistono quindi segni inconfondibili e specifici di menzogna ma solo indizi che possono indurci a sospettare. Questo perché non esistono segnali universali di inganno ma solo individuali. In questo senso è opportuno ricordarsi anche che qualsiasi segnale non …
Read more

Articolo di Alessia Chirico 3.1 UN CASO DI FALSA DENUNCIA Si presenta ora un caso di una minore, sottoposta all’esame d’idoneità alla testimonianza richiesto dal Giudice, in seguito alla denuncia di abuso sessuale sporta dalla zia della stessa, alla quale la minore ha confidato di aver subito abusi. Le seguenti deduzioni tecniche sono state effettuate in …
Read more

Articolo di Cecilia Marchese Mentire, quando le conseguenze di essere scoperti possono essere gravi, quando cioè abbiamo a che fare con menzogne ad alto rischio, può diventare molto più complesso ed estremamente stressante. Di solito tale menzogna viene adoperata in situazioni relazionali molto difficili e conflittuali, e in situazioni in cui una persona rischia la …
Read more