Il disturbo borderline di personalità nasce nell’ambito dello sviluppo della disorganizzazione degli stili di attaccamento. In questo articolo scoprirai perché gli stili di attaccamento sono alla base delle relazioni di coppia e delle relazioni con gli altri, e perché uno stile disfunzionale possa portare alla psicopatologia e al disturbo borderline di personalità Si può dire che un attaccamento sicuro …
Read more

Per comprendere al meglio l’influenza dei modelli d’attaccamento nel determinare l’insorgenza del disturbo borderline di personalità è necessario risalire alla formulazione della teoria dell’attaccamento, realizzata da Bowlby. Bowlby praticò l’osservazione diretta dei bambini per l’elaborazione di una teoria dello sviluppo e della psicopatologia. Nel suo “Mental Care and Mental Health”, patrocinato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, …
Read more

L’individuo cresce e si trasforma in maniera naturale, spinto dalla motivazione primaria all’attaccameneto. Alcuni concetti circa la “plasticità cerebrale” trovano diversi punti di contatto con ciò che la teoria dell’attaccamento mette in evidenza: la possibilità di una riorganizzazione funzionale della mente lungo tutto l’arco dell’esistenza, la presenza di processi di riorganizzazione che coinvolgono non solo …
Read more

I fattori sociali sono determinanti anche per la percezione del rischio in adolescenza. Le persone formulano decisioni che includono alternative più o meno rischiose in base alla propria percezione del rischio. E formulano decisioni di questo tipo costantemente. In adolescenza, è stato studiato che la percezione di controllo aumenta, e di conseguenza, si riduce la …
Read more

Nella letteratura è nota l’importanza della relazione e della predisposizione alla relazione del bambino con la madre e il potere fondante di tale relazione sulle successive. La relazione tra madre e bambino descritta dalla Klein è parzialmente indipendente da motivazioni legate alle pulsioni, è volta, invece, ad instaurare quel contatto emotivo centrato sullo sguardo, il …
Read more

La parola “trauma” dal greco τραύμα che significa “perforamento”, “trafittura” e rimanda al concetto di “ferita”. Il maltrattamento può concretizzarsi in una condotta attiva (percosse, lesioni, atti sessuali) o in una condotta omissiva (incuria, trascuratezza, abbandono). Il trauma infantile comprende sia la violenza fisica o sessuale che la trascuratezza fisica o emotiva e rappresenta probabilmente una delle sfide più importanti …
Read more

SE’ – IDENTITA’ IL Sé è un termine che definisce un concetto complesso collegato all’identità personale. L’immagine di sé è il modo in cui le persona classificano e definiscono se stesse, il senso di identità personale (positivo o negativo). Ognuno di noi è unico, ognuno opera in modo unico e singolare. L’identità si acquisisce nel …
Read more

Il colloquio clinico con un bambino è una situazione che presenta molte difficoltà e richiede grande esperienza. Se stabilire una relazione con un soggetto durante un colloquio clinico è complicato, lo è ancor di più ma allo stesso tempo è fondamentale nel caso che si parli di bambini. Oggi, il bambino viene visto come un …
Read more

Esperienze ripetitive vengono registrate nella memoria implicita generando aspettative e quindi schemi o modelli mentali di attaccamento, che portano allo sviluppo di quella che John Bowlby ha definito come una “base sicura” per affrontare il mondo (Bolwby, 1969,1988a). Con l’accumularsi di esperienze il cervello del bambino acquisisce progressivamente la capacità di riconoscerne familiarità e differenze, e attraverso questi processi …
Read more

Fare una carezza al proprio bambino è molto di più di un comune gesto affettivo tra genitore e figlio. Le carezze e l’attaccamento sicuro (clicca qui per saperne di più 🙂, hanno un effetto di stimolazione sul cervello del bambino. In questo articolo vedremo le grandi risorse che le carezze possono apportare sul benessere del bambino. 1. Aumenta …
Read more