Nel corso della terapia è possibile si verifichino momenti di stallo nei quali sembra impossibile superare l’ambivalenza, le resistenze e riattivare il processo motivazionale. In questa circostanza, l’approccio interpersonale di Lorna Benjamin (1996, 2003) può fornire un aiuto importante per approfondire il livello di comprensione e per riattivare il processo motivazionale. Secondo l’autrice l’obiettivo è …
Read more

L’immaginazione mentale può essere uno strumento molto potente per superare gli ostacoli verso il successo. La visualizzazione funziona sulla base del fatto che il cervello, quando si trova di fronte a una situazione nuova o stressante, cerca il file comportamentale più vicino nella banca dati dei ricordi per organizzare una reazione. La visualizzazione serve a creare …
Read more

Abbiamo identificato, quindi, quali sono le componenti del controllo mentale. Ma come si raggiunge questo controllo? Per spiegarlo mi avvarrò del modello dei tre stadi messo a punto dallo psicologo Edgar Schein verso la fine degli anni Cinquanta dopo aver studiato i programmi di lavaggio del cervello utilizzati in Cina sotto il regine di Mao …
Read more

Negli anni ’70 A Santa Cruz, California, un gruppo di studiosi, Richard Bandler, John Grinder,  Robert Dilts, Judith DeLozier , Leslie Cameron- Bandler, sviluppano alcuni strumenti utili a riconoscere la struttura dell’esperienza soggettiva e promuovere processi di cambiamento. Questo modello di cambiamento, oggi particolarmente diffuso, prende il nome di programmazione neurolinguistica, o PNL, che viene …
Read more

Corso Il Fuoco del Cambiamento Dozza (Bologna), 8 Dicembre 2013  Questo corso, condotto da Nicola Riva e Lucia Giovannini si basa sulla camminata sui carboni ardenti (FireWalking) Perché camminare sui carboni ardenti? Il Firewalking è prima di tutto una metafora, quando facciamo qualcosa che credevamo difficile o addirittura impossibile, ogni nostra cellula impara a superare …
Read more

di Raffaele Napolitano Spesso il cambiamento è stato affidato a manager, privi delle qualità della leadership. Le ragioni dell’insuccesso di un cambiamento organizzativo possono essere le seguenti (Kotter, 1999): 1. Non aver creato un senso di urgenza sufficientemente forte; 2. Non aver creato un gruppo sufficientemente motivato e autorevole per la gestione del processo; 3. …
Read more

di Raffaele Napolitano Prima di addentrarci nella trattazione dei vari modelli attraverso i quali possiamo proporci di leggere la complessa fenomenica della leadership, converrà identificare alcune definizioni di base anche al solo scopo di stabilire qualche convenzione di linguaggio. Per quanto riguarda il termine leader, è facilmente realizzabile che si tratti di una parola di …
Read more

di Raffaele Napolitano Tipi di gruppo, dinamiche di relazione e analisi del clima organizzativo e relazionale. Comprendere un clima organizzativo, come ho detto, è dunque interpretare le dinamiche relazionali all’interno del gruppo che scaturiscono dalla risultante delle strutture, dei comportamenti individuali, della missione e della vision aziendale, oppure delle regole di relazione in una famiglia, …
Read more

di Raffaele Napolitano Formazione manageriale e formazione aziendale Il leader, l’insegnante, il rappresentante, il manager, tutti coloro che svolgono un ruolo di guida e di direzione all’interno di un gruppo di persone, svolgono in effetti anche mansioni di tipo direttamente educativo. Motivare verso gli obiettivi è l’equivalente di un atteggiamento di incoraggiamento e di coinvolgimento …
Read more

di Raffaele Napolitano Poiché il mondo è in continua evoluzione sotto tutti i punti di vista: geografico, politico, tecnologico, economico e sociale, oggi, per essere competitivi si richiede l’acquisizione di un gran numero di competenze e l’azienda non è esente da tale richiesta. Il crescente aumento della competitività richiede alle imprese di realizzare un rapporto …
Read more