Articolo di Irena Semi Per una comunicazione efficace sono ugualmente importanti la sua forma verbale e quella non verbale. Nella fase neonatale, ha inizio l’importante processo di comunicazione non verbale, che evolverà e verrà poi completato dallo sviluppo linguistico. Le recenti interpretazioni di questa evoluzione delle forme del linguaggio dicono che non vi è una …
Read more

Articolo di Irena Semi La comunicazione rappresenta uno degli aspetti principali delle relazioni interpersonali. Sebbene tutti siano in grado di comunicare con gli altri, non sempre l’individuo è consapevole della complessità e dei diversi livelli di profondità che la comunicazione ha in sé. Grazie ad essa si può entrare in relazione con gli altri, esprimere …
Read more

Articolo di Katsiaryna Valko Posture del corpo Generalmente per postura si intende ogni posizione e ogni movimento del corpo nello spazio, ciò non avviene mai in modo casuale. Essi, invece, assumono un legame strettissimo che regola l’estensione posturale tra la dimensione interiore, e quindi impercettibile del corpo, e le convenzioni sociali. Questo canale non verbale …
Read more

Generalmente si definisce “gesto” qualunque movimento corporeo, prevalentemente compiuto dalle mani e che serve a sincronizzare il discorso, sostituirlo, completarlo o regolare il turno della conversazione; ad esempio l’uso dei gesti ci può essere utile per illustrare azioni od oggetti difficili da spiegare a parole. Ce ne sono alcuni che aiutano ad enfatizzare le parole, …
Read more

Articolo di Katsiaryna Valko Aptica Oltre alla prossemica, è opportuno prendere in considerazione alcune caratteristiche del contatto fisico; stabilire un contatto corporeo con gli altri assume un ruolo fondamentale nei rapporti della vita sociale, e ve ne sono di diversa qualità e significato. In primo luogo è importante distinguere tra l’azione del toccare una persona, …
Read more

Articolo di Katsiaryna Valko Il termine “prossemica” è stato introdotto la prima volta dall’antropologo americano Edward Hall[1] nel 1963 per indagare il significato che viene attribuito alla distanza che la persona interpone tra sé e il suo interlocutore, tra sé e gli oggetti, al modo di collocarsi nello spazio e di sistemarlo.  Su tutti questi …
Read more

Articolo di Katsiaryna Valko Nel corso di una conversazione, non è difficile rendersi conto di quanto alcune caratteristiche della voce umana trasmettano elementi comunicativi aggiuntivi e separati da quelli del significato delle parole. Vengono distinti elementi vocali non verbali di tipo prosodico e paralinguistico, come il volume e il tono della voce, la durata sia …
Read more

Articolo di Katsiaryna Valko Per lungo tempo la comunicazione umana è stata associata fondamentalmente alla sua espressione verbale. In realtà, alcuni studiosi, tra i quali Ricci Bitti e Zani (1983), Bara (1999) e Anolli (2002) con i loro studi più recenti e approfonditi, hanno ampliato la concezione della comunicazione, estendendola all’utilizzo di forme espressive differenti, …
Read more

Articolo di Katsiaryna Valko Un’altra emozione di base proposta da Ekman è la felicità.  Le ragioni che determinano le emozioni positive possono essere collegate a eventi che riguardano persone a cui si è particolarmente attaccati, la nascita di un bambino fortemente voluto, il trovarsi in presenza di una persona amata o qualcosa come il raggiungimento …
Read more

Articolo di Katsiaryna Valko Ekman dice che ad innescare questa emozione sia la minaccia di un danno di tipo psicologico o fisico che potrebbe provocare un dolore. Egli sottolinea alcuni inneschi innati per la paura: un qualcosa che si scaglia velocemente nello spazio e che impatterà contro di noi se non ci mettiamo in salvo …
Read more