«Il movimento, nell’opportuno setting pedagogico, può manifestare il significato del sintomo, l’immagine archetipica che soggiace ad esso» 60 . Tramite la danzamovimentoterapia è possibile orientare le emozioni verso una maggiore positività, attraverso un archetipo che le corrisponde. Per le persone che soffrono di disturbo post-traumatico è molto utile danzare immagini archetipiche positive, ciò permette di …
Read more

Psicologia analitica di Carl Gustav Jung (1875-1961) → visione dell’uomo diversa da quella freudiana, dalla quale deriva, propone concetti divenuti di larga diffusione e usabili per la comprensione della condotta deviante. Jung individuava due atteggiamenti fondamentali della persona: atteggiamento estroverso (orienta l’individuo verso il mondo oggettivo della realtà esterna) e atteggiamento introverso (indirizza l’attività psichica …
Read more

Jung viene considerato l’allievo prediletto di Freud, e il suo distacco dalla psicanalisi verrà definita come la “ribellione di un figlio rispetto al padre”. Jung si laurea in medicina a Basilea: nella sua tesi di laurea parla di occultismo e parapsicologia, in riferimento ad esperienze della sua vita quotidiana. L’attenzione per questo tipo di aspetti …
Read more

Psicoanalisi -Teorie e Terapia Jung allievo di Freud, ha ampliato ulteriormente il concetto di inconscio introducendovi l’inconscio collettivo, ossia un inconscio condiviso dall’intero genere umano, nel quale risiedono gli archetipi (per esempio la figura dell’eroe, del vecchio saggio, della madre buona ecc. Mentre Freud riteneva che le cause del comportamento fossero prevalentemente interne (legge di determinismo …
Read more

di Lorena Rigoli Le fotografie sono orme della nostra mente, specchi delle nostre vite, riflessi del nostro cuore, memorie sospese che possiamo tenere in mano, immobili nel silenzio – se lo volessimo, per sempre. Non solo testimoniano dove siamo stati, ma indicano anche la strada che potremmo forse intraprendere, che ce ne rendiamo già conto …
Read more

di Roberto Desiderio Le emozioni nel pensiero di Jung Dopo Freud, la psicoanalisi ha subito delle significative revisioni e, conseguentemente a ciò, anche le idee sulle emozioni sono mutate. Jung, come Freud, usa il termine affetto per indicare l’emozione, ma, in Tipi psicologici[1], ne dà la seguente definizione: <Per affetto bisogna intendere uno stato di …
Read more