Quando l’oggetto di studio o di riflessione è la sessualità umana, molte delle discipline nelle scienze sociali non possono più prescindere oramai dal dilagante e massiccio contributo che la psicoanalisi, specialmente quella di stampo freudiano, ha fornito nell’esplicitare un’argomentazione tanto sensibile ed al contempo importante. D’altro lato, sebbene altri validi tentativi siano stati attuati tanto …
Read more

La teoria psicoanalitica postula la crisi adolescenziale come “fisiologica” per uno sviluppo adeguato della personalità; le soluzioni di assetto della personalità, che non passano attraverso questo travaglio interno, risulterebbero monche e parziali, in quanto l’integrazione libidica o dell’Io non si organizzerebbe intorno a nuovi oggetti d’amore o ad una nuova identità, bensì attorno alle antiche identificazioni …
Read more

È uno psicoanalista, scrittore e diplomatico francese, considerato il più autorevole rappresentante dell’etnopsichiatria in Francia. Nasce in Egitto, è ebreo, parla il francese e l’arabo e vive sulla sua pelle due migrazioni: prima quella in Italia e poi in Francia. Qui diviene esperto psicologo presso la Corte d’appello di Parigi. Parallelamente all’attività accademica fonda nel 1979, …
Read more

E’ evidente che la terapia della Gestalt è una figlia della psicoanalisi ma è una creatura ribelle che ha ereditato la ribellione di Perls contro Freud. Perls ha seguito quattro psicoanalisi successive, tutte in condizioni inusuali: Con Karen Horney durata solo un anno Con Clara Happel, bruscamente interrotta Con Eugen Harnick durata più a lungo …
Read more

Il contributo psicoanalitico è molto più vasto e articolato, i due autori correlati maggiormente ad esso sono Wilfred R.Bion e S.H.Fulkes. La psicoanalisi di gruppo non coincide con Sigmund Freud (1856-1939): i contributi di quest’ultimo nei confronti del lavoro di gruppo non sono di tipo strettamente terapeutico o pratico, ma teorico, legati soprattutto agli eventi …
Read more

Lo studio di Buckley, Karasu & Charles del 1981 Buckley, Karasu e Charles nel loro studio hanno esaminato le esperienze soggettive di gruppi di pazienti psicoterapeuti che si erano sottoposti essi stessi a psicoterapia. Questo gruppo sarebbe in grado di riportare in modo più accurato la natura della loro esperienza, data la loro conoscenza dei …
Read more

La teoria delle relazioni oggettuali definisce l’Io in rapporto con altri oggetti, interni ed esterni; viene ipotizzato che la mente del bambino si trasformi inizialmente a partire dalle esperienze precoci con il caregiver. Queste relazioni vengono considerate all’interno di pattern che si ripetono e si consolidano nello sviluppo. Klein e Bion hanno fornito descrizioni speculative …
Read more

Freud fu il primo a ricondurre il disturbo mentale alle esperienze infantili, le sue scoperte cambiarono la percezione del bambino (non più visione innocente ma immagine di una persona in lotta per controllare i propri bisogni biologici e renderli accettabili socialmente). Successivamente ha attribuito un peso all’aggressività intesa come un residuo non assimilabile nello sviluppo …
Read more

Psicoanalisi -Teorie e Terapia Jung allievo di Freud, ha ampliato ulteriormente il concetto di inconscio introducendovi l’inconscio collettivo, ossia un inconscio condiviso dall’intero genere umano, nel quale risiedono gli archetipi (per esempio la figura dell’eroe, del vecchio saggio, della madre buona ecc. Mentre Freud riteneva che le cause del comportamento fossero prevalentemente interne (legge di determinismo …
Read more

La famiglia secondo la psicoanalisi Caroline Thompson (2008), psicoanalista e terapeuta familiare, sostiene invece come attualmente i genitori amino troppo i loro figli. Secondo l’autrice l’eccesso di amore è una forma di maltrattamento nei confronti dei figli che ,al pari di un genitore abusante,  ne compromette il sano sviluppo rischiando seriamente di danneggiarli. Se un …
Read more