In guerra, nessuna persona è immune dal vivere un evento traumatico che può lasciare profonde ferite fino a manifestarsi in Disturbo Post – Traumatico da Stress (DPTS). Una conferma a tale assunto è fornita dalle statistiche inerenti ai casi di diagnosi di DPTS tra i reduci dai teatri operativi. È opportuno soffermarsi sull’idea che il …
Read more

Il DPTS colpisce circa il 5% degli uomini e il 10% delle donne e può manifestarsi a qualsiasi età, anche durante l’infanzia (APA, 2013), sebbene i giovani e gli anziani siano più vulnerabili. Nella popolazione generale, i bambini presentano un tasso di prevalenza del DPTS par al 16,6% (Costello e al. 2002). Le donne sono …
Read more

Ipnosi Il valore dell’ipnosi nel trattamento del DPTS cronico con fughe dissociative in un veterano di guerra Questo studio descrive il successo del trattamento di un veterano di guerra britannico che aveva un disturbo post-traumatico da stress (DPTS) della durata di 40 anni. Aveva anche sviluppato fughe dissociative. Infine è stato ammesso ad un ospedale …
Read more

Il Disturbo post-traumatico da stress (DPTS) è un disturbo mentale comune. In psicologia e psichiatria il DPTS è l’insieme delle forti sofferenze psicologiche che conseguono a un evento traumatico, catastrofico o violento. A prescindere dal fattore che lo scatena causa un disagio clinicamente significativo o una compromissione delle interazioni sociali, della capacità di lavorare o …
Read more

Nel contesto relazionale, l’esperienza del trauma può essere vista come un processo di disfacimento della relazione tra il Sé e l’altro con funzioni di accadimento. Il traguardo evolutivo di una regolazione adattiva dei diversi stati psicologici si può raggiungere solo in un ambiente emotivamente significativo. In mancanza di figure di accadimento affidabili, il bambino traumatizzato …
Read more

Quando la situazione traumatica è superata, la memoria di ciò che è accaduto è terrificante e si presenta con una varietà di stati d’animo: vergogna, colpa e trionfo. Di seguito dunque si osserva un gran bisogno di esperienze affettive che siano di conforto. Il verificarsi del trauma disinnesca il diniego della morte, prerequisito del funzionamento …
Read more

7 Molti di noi ritengono che il trauma consista in grandi avvenimenti che compaiono nelle cronache, mentre, di fatto, per definizione, il trauma è qualsiasi evento abbia prodotto un effetto negativo duraturo. Nel momento in cui si perde la pace interiore o non si è mai avuta, possono verificarsi importanti conseguenze fisiche e psicologiche, qualunque …
Read more

Il Trauma può modificare l’attività del cervello Negli ultimi anni è stato possibile mettere in luce come un trauma psicologico possa causare alterazioni anatomiche e funzionali in determinate aree cerebrali correlate alla comparsa di sintomi post-traumatici. Come precedentemente esposto, i circuiti cerebrali coinvolti nella patofisiologia del Disturbo Post-Traumatico da Stress (DPTS) coinvolgono in particolare l’amigdala, la corteccia prefrontale mediale …
Read more

Secondo le linee guida sulla valutazione del trauma: È necessario valutare l’oggettività del trauma; Dopo aver subìto un trauma è comune risentire di disagio di breve durata. Questo disagio non è sufficiente alla diagnosi di un disturbo post-traumatico da stress; È possibile che il trauma sia ancora in corso ed è necessario occuparsi, in questo caso, della …
Read more

Esistono tre categorie in cui sono suddivisibili le persone affette da un disturbo post-traumatico da stress: primarie, le vittime dirette che hanno subìto l’evento traumatico; secondarie, testimoni diretti o parenti ed amici stretti delle vittime primarie; terziarie, personale di soccorso che opera con le vittime primarie e secondarie. Il Manuale diagnostico psicodinamico propone una diagnosi basata sugli …
Read more