Come ridurre il dolore durante un intervento chirurgico con ipnosi

agosto 14th, 2014 | Posted by Igor Vitale in Ipnosi | Psicologia Clinica

ipnosiCome ridurre il dolore in Ipnosi

L’ipnosi è uno strumento fondamentale per lo psicologo che si approccia a far vivere una vita migliore ai propri clienti. L’ipnosi è erroneamente confusa con il sonno, con la perdita di coscienza o con chissà quale strumento mistico del passato o addirittura con metodi “a me gli occhi” tipici dello spettacolo. Oggi l’ipnosi è uno strumento clinico, sperimentalmente valido in settori come la medicina, la psicologia e l’odontoiatria.

In tutti questi settori, l’ipnosi può essere utilizzata per ridurre il dolore. Infatti, il dolore, non è qualcosa di oggettivo, ma è qualcosa che varia in base a tanti aspetti interni ed esterni alla persona.

Tramite l’ipnosi la persona può ridurre il dolore percepito.

L’ipnosi è infatti utilizzata per gestire il dolore di malattie croniche, in tutti quei casi in cui la persona non può assumere farmaci, perché utilizzando costantemente un farmaco per ridurre il dolore, esso diventa inefficace se non si utilizzano dosi massicce e dunque ricche di effetti collaterali.

L’ipnosi è utilizzata anche per gestire interventi chirurgici semplici e complessi, tramite l’ipnosi la persona sa gestire meglio la sua mente e il suo corpo e può arrivare addirittura ad azzerare il dolore in contesti particolari.

Ci sono casi in cui, infatti, la persona è allergica al farmaco per l’anestesia, e quindi se non fa l’intervento subisce dei danni, ma se fa l’anestesia potrebbe subire danni addirittura maggiori. In quei casi, l’ipnosi rimane praticamente l’unica scelta.

L’ipnosi ha quindi salvato diverse vite, consentendo così una chirurgia efficace, ma ha migliorato anche di molto la qualità della vita di chi ha risolto problemi come ansia, ossessioni, fobia, disturbi somatoformi, obesità, traumi e tanto altro.

È possibile che la persona si svegli durante l’intervento?

Non è possibile che la persona si svegli durante l’intervento, innanzitutto perché l’ipnosi non è sonno! La persona in ipnosi – a un certo livello di coscienza – è consapevole di ciò che sta accadendo, ed è motivatissimo a rimanere in ipnosi, spesso, si sveglia senza comando proprio quando viene chiuso l’intervento.

Questo articolo non sostituisce cure mediche o psicologiche, contattami per maggiori informazioni.

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

3 Responses