5 caratteristiche per riconoscere e affrontare lo stalking

settembre 5th, 2014 | Posted by Igor Vitale in Psicologia Clinica

Cosa causa lo stalking? Qual è il profilo di personalità dello stalker?

FotoSketcher-pauraProveremo a rispondere in questo articolo parlando delle 5 cause del reato di stalking. Scoprirai in questo articolo come riconoscere velocemente la personalità dello stalker e come difenderti. Esatto, è possibile identificare dei tratti comuni nella personalità dello stalker a prescindere dal tipo specifico di stalking. Ha dunque importanza relativa il fatto che si tratti di stalking sessuale, stalking telefonico, stalking condominiale, stalking su internet, lo stalker ha molto spesso 5 cause comuni, conoscerle ti aiuta ad evitare lo stalker.

Secondo la prestigiosa rivista Journal of Forensic Science, ci sono cinque caratteristiche statisticamente più frequenti nello stalker

1. Stile di attaccamento verso i genitori complesso e contradditorio

Chi ha commesso atti di stalking ha spesso uno stile di attaccamento disorganizzato, ovvero, ha avuto una relazione genitoriale complessa e contraddittoria. Lo stile di attaccamento disorganizzato è un fattore che predispone a un gran numero di psicopatologie. Questo tipo di attaccamento predispone anche allo stalking.

2. Comportamenti non richiesti, intrusivi e inaspettati

I comportamenti non richiesti, intrusivi e inaspettati sono una delle caratteristiche prevalenti nello stalker, impara a riconoscere quando il comportamento dell’altro è inaspettato e fortemente non richiesto dagli altri. Se il comportamento non richiesto è ripetitivo, persistente, bisognerebbe considerarlo un campanello d’allarme utile per riconoscere la personalità stalker.

Secondo Meloy, lo stalker ha delle vere e proprie modificazioni nell’attività del cervello che portano lo stalker ad entrare in un vero stato di eccitazione quando mette in atto questi comportamenti non richiesti. Eccitazione che – assieme alla scarsa percezione del pericolo connesso a questo reato – lo porta a ripetere i comportamenti non richiesti e intrusivi.

3. Sospettosità, ideazione paranoide

Lo stalker ha spesso un comportamento altamente sospettoso, paranoide. Soprattutto nello stalking di coppia, gli atti di stalking nascono per verificare un reale o presunto tradimento del partner. Tale comportamento può essere molto pericoloso perché può legarsi ad atti di violenza e alla gelosia ossessiva, è quindi molto importante riconoscerla e prevenirla.

4. Comportamenti compulsivi

I comportamenti di stalking non sono normali modalità di interessamento, ma sono comportamenti ripetuti in maniera compulsiva. Ogni atto di stalking è il motore per nuovi atti di stalking che si immettono in un circuito potenzialmente infinito. Denunciare è quindi fondamentale per difendersi da questo reato, non denunciare significa rendersi in qualche modo complici.

5. Personalità Borderline e comportamento aggressivo

La personalità Borderline (scopri qui 9 modi per riconoscerla) è caratterizzata da comportamento aggressivo, autolesivo e da una forte alternanza tra l’idealizzazione dell’altro e la sua forte svalutazione. Se quindi in alcuni momenti idealizza il partner o la vittima come il migliore del mondo, questo dopo un po’ di tempo viene svalutato in maniera eccessiva. Chi commette atti di stalking si caratterizza maggiormente per questo tipo di personalità.

Se hai bisogno di un aiuto psicologico, contattami

consulenzapsicologica

opinione manuale omaggio

 

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

One Response