I rischi di diventare ragazza madre: cosa significa, cosa fare, consigli

febbraio 13th, 2015 | Posted by Igor Vitale in Psicologia della Famiglia | Psicologia dello Sviluppo

ragazza-madre-rischiLa maternità in adolescenza è in aumento a partire dagli anni Settanta. Numerosi fattori interagiscono fra loro secondo un modello transazionale dello sviluppo, aumentando il rischio connesso ad una genitorialità precoce.

Le madri adolescenti sono più soggette a sintomi depressivi, abuso di sostanze, maltrattamenti verso il bambino. I figli di madri adolescenti mostrano più deficit cognitivi e socio-emotivi durante lo sviluppo. Compito più impegnativo della madre è integrare nell’immagine di sé, trasformazioni somatiche e sessuali determinate dalla pubertà, e la gravidanza può avere effetti ambivalenti sulla madre. La gravidanza può rispondere al desiderio adolescenziale di dimostrare che il proprio corpo funziona come quello materno, può rappresentare un modo di sfuggire alle dinamiche di separazione ed individuazione dei genitori, ma soprattutto verso la madre. Al desiderio inconscio di potersi liberare dalla dipendenza verso la madre, fa seguito un inevitabile riavvicinamento, che giocherà un ruolo importante nella maternità della figlia.

La gravidanza in adolescenza interferisce col processo di costruzione della propria identità femminile, essendo la ragazza coinvolta nei conflitti di figlia, ma costretta ad assumere compiti materni quando non si è ancora identificata con la propria figura materna.

I cambiamenti tipici dell’età adolescenziale rendono difficile la costruzione dell’identità materna, che si sovrappone all’immagine di sé come donna, anziché esserne la naturale continuazione.

I conflitti adolescenziali (diffusione di identità, bisogno di autonomia, difficoltà ad acquisire un senso di responsabilità) si ripercuotono sulle competenze genitoriali, impedendo l’emergere di un senso del Sé genitoriale funzionante ed adeguato.

Si realizzano relazioni genitoriali povere con scarse interazioni verbali, tendenze punitive, svalutazione di competenze cognitive e comunicative del bambino.

I bambini figli di madri depresse adolescenti sviluppano pattern disadattivi di interazione affettiva o uno stile passivo, divenendo meno responsivi dal punto di vista emotivo.

Tuttavia esiste molta variabilità nella maternità in giovane età e molte madri adolescenti riescono a fronteggiare le sfide della genitorialità con successo.

Se hai bisogno di aiuto, contatta uno psicologo.

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.