Come Fare il Profilo del Criminale

agosto 18th, 2015 | Posted by Igor Vitale in Criminologia

profilo criminale
Il comportamento riflette la personalità del reo, l’obiettivo è di fornire informazioni tramite cui limitare l’elenco dei sospettati e indirizzare l’investigazione: si osservano le azioni commesse dal criminale per inferirne le caratteristiche di personalità.

Analizzare la scena del crimine come scena comunicativa per farle raccontare cose circa il reo, evidenziando modus operandi (comportamento messo in atto per compiere il reato, può modificarsi col trascorrere del tempo magari per l’acquisizione di più capacità tecniche, si deve considerare la possibile messa in atto di strategie di staging ovvero alterazione della scena per depistare le indagini) e signature (firma, comportamento posto in essere non perchè necessario ma in quanto funzionale alle esigenze psicologiche dell’autore: rituali, mutilazioni) del criminale: uno stesso modus operandi e/o signature in un delitto possono far pensare di essere di fronte allo stesso autore e ad una serialità criminale.

Omicidio Organizzato e Disorganizzato

Fu operata dall’FBI una prima classificazione che distingueva l’omicidio organizzato da quello disorganizzato: crimine organizzato (aggressione pianificata, vittima sconosciuta, scena del crimine riflette un totale controllo e il cadavere è nascosto, la personalità del criminale è quella di un soggetto intelligente, socialmente adeguato, con capacità di controllo dell’emotività); crimine disorganizzato (scena del crimine caotica, aggressione non pianificata, commessi atti sessuali sulla vittima dopo l’uccisione e non vi è tentativo di occultare il cadavere, personalità di scarsa intelligenza, socialmente inadeguato, talora con seri problemi psicopatologici). Più tardi si constatò che la maggior parte dei crimini è a metà tra questi due.

Reati Espressivi e Strumentali

David Canter 2000 distinse i reati da lui analizzati (omicidi, stupri e incendi dolosi) in espressivi (effettuati in risposta a situazioni emotive, rabbia, rancore, impulsività) e strumentali (tramite cui si vuole ottenere qualcosa). Nel 1888 venne fatto un tentativo di profilo criminologico per mettere la polizia sulle tracce di Jack lo Squartatore, ma una delle prime applicazioni che ebbe successo fu nel 1957 per trovare Mad Bomber (George Metesky) grazie alla descrizione di Brussel. I campi di applicazione del profilo criminale furono omicidio, violenza sessuale, incendio doloso, attentati dinamitardi.

Ti Interessa la Criminologia? Scarica il Corso Gratuito in Criminal Profiling

Vuoi approfondire la tua formazione in Criminologia?

Congresso Europeo in Psicologia Criminale

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.