Articolo di Emanuela Mangione Noumeni Nella storia del pensiero, la mente è sempre stata attratta dallo “spazio vuoto”, affascinata cioè da quell’ ossimoro che consegna al “vuoto” una proprietà estensiva – che è quella della spazialità e dunque della corporeità (corpo/esteso) – nel quale il pensiero e il linguaggio precipitano vorticosamente come in una dimensione …
Read more