Come tutte le altre relazioni, anche quella fraterna attraversa tre fasi: dopo le fasi dell’intimità (infanzia, adolescenza e giovinezza) e quella della distanza (età intermedia), l’ultima è quella del riavvicinamento, favorito da esperienze come la morte dei propri genitori, il distacco dai figli e la fine dell’attività lavorativa (Petri, 1994). I fratelli vengono scelti «come oggetti d’amore sostituivi quando …
Read more

Nella prima età adulta, vale a dire in quell’arco di tempo indicativamente compreso fra i venti e i trent’anni, si delineano ancora meglio i percorsi individuali infatti, questo è il periodo in cui ognuno si impegna a realizzare i suoi progetti, lavorativi e non solo, così prosegue quel processo di separazione, interiore ed esteriore, già avviato in età …
Read more

Secondo lo psicoanalista Petri, la letteratura è ricca di contributi che cercano di spiegare l’origine dell’odio fra fratelli, invece non esistono modelli esplicativi in grado di cogliere le qualità particolari dell’amore fraterno, infatti, i concetti di cui si dispone possono essere applicati anche ad altre relazioni, come quella madre-figlio (Petri, 1994). Petri sostiene che i due …
Read more

La relazione fraterna inizia molto precocemente, ancor prima della nascita del secondo figlio: questo legame non è ancora visibile, eppure si sta chiaramente formando, almeno nella mente del bambino più grande, che dopo essere stato informato dai suoi genitori, si prepara ad accogliere il fratellino o la sorellina. Nel momento in cui i due coniugi …
Read more