Le neuroscienze studiano le emozioni fondamentali quali l’aggressività, le passioni e la depressione con gli strumenti della biochimica, della fisiologia e dell’anatomia. Anche le emozioni,però,  come ogni altra attività del cervello, utilizzano particolari sostanze chimiche, dette “neurotrasmettitori” (Archer, 1987). Nel particolare, il comportamento aggressivo ha da sempre interessato gli studiosi impegnati nelle aree più disparate che spaziano …
Read more

Tra i vari strumenti di misura dell’empatia si trova l’EmQue – I13, un questionario validato in italia da uno studio condotto su un campione di 304 soggetti (N = 304) da Grazzani et al., (2016). I dati supportano l’ invarianza di misura tra i gruppi di genere e suggeriscono che la EmQue – I13 è …
Read more

Una serie di studi condotti da Radke-Yarrow e Zahn-Waxler al National Institute of Mental Health (1984) ha dimostrato che gran parte di questa differenza di empatia era legata al modo in cui i genitori riprendevano i propri figli. I bambini erano più empatici quando il rimprovero comprendeva un forte richiamo all’attenzione sulla sofferenza e il …
Read more

Origine e sviluppo nello studio delle relazioni infantili Se negli anni ’50 e ’60 ciò che interessava erano sopratutto le capacità cognitive del bambino e il suo graduale padroneggiare la realtà che lo circonda, negli anni ’70 il quadro cambia radicalmente – riferisce Camaioni (1980) – e il bambino viene visto innanzi tutto come essere …
Read more

Articolo di Sharon Invigorito Risulta interessante notare come i vari studi e le rispettive conclusioni a cui sono giunti Autori come John Bowlby e Mary Ainsworth, abbiano effettivamente influenzato gradualmente la psicologia del tempo come quella attuale, suscitando interesse nell’approfondire l’argomento, arrivando così alla conclusione circa l’effettiva continuità degli stili di attaccamento nell’età adulta. Un …
Read more

Già all’ inizio del 900, gli studiosi osservando la società si accorsero che le masse erano un complesso eterogeneo di persone, in cui l’individuo, così spersonalizzato, partecipando inconsapevolmente alla crescita economica, veniva visto come un elemento intercambiabile con altri individui. Gli individui operano più sulla spinta  dall’imitazione, e della suggestione, sotto la spinta di pressioni …
Read more

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. Così recita un antico detto. Eppure sono moltissime le persone che cadono in errore, fidandosi di persone inaffidabili. E’ stato dimostrato che le persone sovrastimano le proprie capacità di avere fiducia nella persona giusta. Ma una statistica ha dimostrato che difficilmente siamo in grado di selezionare persone di cui fidarsi. …
Read more

L’empatia porta alla scoperta dell’altro da me come alter-ego, alla comunicazione e interazione intersoggettiva nel mondo della vita, alla comprensione reciproca nonostante la cresciuta presenza di relazioni asimmetriche impersonali, di potere e di dominio anche tecnologico. Sagi e Hoffmann hanno rilevato che i neonati di 12 settimane di vita piangono quando sentono piangere un altro …
Read more

Nella definizione psicologica l’empatia è definita come un fenomeno per cui un individuo si pone nella situazione di un altro fino ad identificarsi con lui. Lo Zingarelli (1988) accomuna la definizione psicologica e quella filosofica considerando l’empatia un fenomeno per cui si crea con un altro individuo una sorta di immedesimazione affettiva in seguito ad …
Read more

L’impulso è il mezzo dell’emozione; il seme dell’impulso è un sentimento che preme per esprimersi nell’azione. Chi è alla mercé dell’impulso – chi manca di autocontrollo – è affetto da una carenza morale: la capacità di controllare gli impulsi è alla base della volontà e del carattere. Per lo stesso motivo, la radice dell’altruismo sta …
Read more