Secondo i principi del “determinismo reciproco triadico” (Bandura, 1986) ogni manifestazione psichica è la risultante di fattori personali (cognitivi, affettivi e biologici), ambientali e comportamentali che interagiscono influenzandosi reciprocamente. La persona agisce selettivamente e trasformativamente sull’ambiente, ma è sensibile alle condizioni che il contesto predispone al corso delle sue azioni e alle pressioni che esso …
Read more

– ANSIA E STRESS NELLA VITA ORGANIZZATIVA   “Le istituzioni sono il mezzo di cui i loro singoli membri si servono per rafforzare i meccanismi individuali di difesa contro l’ansia, e in particolare contro il riaffiorare delle primordiali ansie paranoidi e depressive” (Jaques). La vita organizzativa è pervasa da ansietà, inerenti la dimensione operativa, cioè …
Read more

  Il clima organizzativo è ciò che si “respira” all’interno del luogo di lavoro, è ciò che regola gli umori, i rapporti tra le persone. Il clima influenza tutto quello che avviene nell’organizzazione, dallo svolgimento delle proprie mansioni ai rapporti con i superiori e con i colleghi. Un buon clima permette all’organizzazione di raggiungere più …
Read more

Nonostante il rilevante interesse scientifico del costrutto del coping, la ricerca sulla sua valutazione è stata problematica e controversa. Sembra che siano state due le principali motivazioni che hanno portato allo sviluppo di strumenti di misurazione del coping. La prima pare essere stata la necessità di soddisfare la predilezione dei ricercatori a misurare tutto ciò …
Read more

Il termine coping  è nato negli anni ’40 negli Stati Uniti e si riferisce ai meccanismi e ai processi mentali messi in atto dall’individuo come risposta adattiva per ridurre lo stress derivato da una situazione minacciosa. (Lazarus e Opton, 1966). Negli anni il termine “coping” ha acquisito una molteplicità di significati concettuali e di frequente …
Read more