Articolo di Francesco Clemente In ultima analisi, emerge che il costrutto dell’antifragilità, secondo la lettura che ne compie il modello S.F.E.R.A., presenta cinque dimensioni: 1) l’adattabilità, ovvero la capacità di adattarsi ad un evento negativo; 2) l’equilibrio dinamico, ovvero la capacità di trovare un equilibrio in situazioni impreviste; 3) pensiero/linguaggio descrittivo, ovvero la capacità di …
Read more

Articolo di Francesco Clemente Una volta chiariti i presupposti della visione costruttivista che è alla base del modello S.F.E.R.A è doveroso spiegarne le singole componenti, alla base dello stesso acronimo che lo identifica. Riprendendo un concetto che in passato è stato utilizzato da Schilder e da Kretschmer, Giuseppe Vercelli identifica nella “sfera” una simbolizzazione della …
Read more

Articolo di Francesco Clemente Grazie alla partnership instaurata con Nassim Taleb, Giuseppe Vercelli ha intrecciato il modello S.F.E.R.A. con il costrutto dell’antifragilità, al fine di andare, per così dire,   “ dietro le quinte” di questo costrutto, al fine di scandagliarne le dinamiche interne. La comprensione degli esiti di questa interazione epistemologica presuppone l’illustrazione della prospettiva …
Read more

Articolo di Francesco Clemente Gli studi compiuti nei ultimi decenni   hanno concluso che l’elemento caratteristico di chi ottiene e mantiene il successo nello sport è una   predisposizione a perseverare nelle difficoltà, la capacità di adattarsi efficacemente alle più varie situazioni e tolleranza alla fatica ed alla frustrazione. Il risultato confortante è che queste competenze si …
Read more

Sono un appassionato di pallavolo da sempre. Mi capita di assistere ad alcuni match di livello professionistico, così come d’estate mi piace veder giocare a beach volley. In una calda giornata del giugno di quest’anno mi sono imbattuto in un torneo di beach volley di un buon livello di gioco, ma organizzato diciamo pure per …
Read more

E’ proprio al risvolto psicologico dovuto alla pratica delle arti marziali che si devono cambiamenti anche radicali nella vita di un individuo. Trevisani, nel suo lavoro di ricerca all’interno del metodo HPM (Human Performance Modeling) ha sviluppato un’analisi dei fattori che possono aumentare o diminuire le energie personali, traendole proprio dalla pratica delle Arti Marziali …
Read more