Articolo di Valentina Malinverni In passato, seppur remoto, l’attività dell’uomo era in diretta relazione con la soddisfazione dei bisogni. Nell’era preindustriale il rapporto tra necessità dell’individuo e lavoro contribuì a rendere quest’ultimo più creativo, quasi una fonte primaria di gratificazione personale. Il passaggio all’era industriale, con la divisione del lavoro e la diversificazione dei compiti, comportò per il lavoratore la …
Read more

Il lavoro salariato ha assunto le caratteristiche tipiche della sua forma standard all’interno della grande impresa e dell’amministrazione pubblica. In tali contesti, l’attività lavorativa è gerarchicamente subordinata. Ciò ha attirato l’attenzione delle scienze psicologiche e sociali, interessate al tema del lavoro e dei suoi effetti sulle persone. Tra le grandi funzioni delle imprese (produzione, finanza …
Read more

In un recente lavoro, Law e collaboratori (2007) propongono un’utile distinzione tra coaching e mentoring: il primo viene descritto come un processo relativamente breve focalizzato sulla prestazione, mentre il secondo viene definito come un approccio centrato sullo sviluppo a 360° della persona, mediante una relazione a lungo termine che affronta questioni connesse alla crescita personale …
Read more

di Antonella Matichecchia In questo articolo continuiamo la nostra rassegna di teorie sulla soddisfazione lavorativa, trattando il tema della Teoria Aspettativa-Valenza di George e Jones. La teoria elaborata da George e Jones nel 1999 si basa su tre principali passaggi. Infatti la dinamica dello scambio lavorativo parte dall’INPUT poi passa dalla PRESTAZIONE per arrivare all’OUTPUT. …
Read more

di Antonella Matichecchia La soddisfazione per il lavoro si correla positivamente con la motivazione, ovvero gli individui più soddisfatti tendono ad essere anche i più motivati. Non si può essere soddisfatti senza essere motivati, ma si può essere motivati senza essere soddisfatti. Per motivazione lavorativa si intende quella spinta interiore che porta un individuo ad …
Read more

di Antonella Matichecchia A partire dagli esperimenti di Elton Mayo cominciò la considerazione della natura sociale e relazionale dell‘individuo e l‘osservazione della rilevanza delle motivazioni e del bisogno di sicurezza insito in ognuno trasformerà l‘azienda da apparato esclusivamente tecnico in un sotto-sistema sociale più flessibile ed equilibrato. Nel 1924 presso le Officine Hawthorne dello stabilimento …
Read more

di Antonella Matichecchia Agli inizi del ‘900 l‘approccio degli studi sulla soddisfazione era influenzato e limitato nella sua ricerca dalla teoria dell‘organizzazione scientifica del lavoro di Frederick W. Taylor (1916), secondo il quale la motivazione dei lavoratori deriverebbe dalla retribuzione e (cosa che però non verificò) che esisterebbe una relazione tra soddisfazione al lavoro e …
Read more

di Antonella Matichecchia La metafora organicistica ha consentito di concepire le organizzazioni come dei sistemi aperti, a capire i processi con cui le organizzazioni si adeguano all‘ambiente, ad evidenziare i fattori che sono rilevanti per il benessere e per lo sviluppo delle stesse. Questa impostazione del problema ha consentito in pratica di enucleare la moderna …
Read more

Ci sono tre tipi di applicazioni della psicofisiologia: la ricerca dei fattori che producono o accompagnano disturbi psicosomatici o psichici; prevenzione di tali fattori psicofisiologici nella popolazione; inquadramento diagnostico e trattamento delle disfunzioni psicofisiologiche legate ai disturbi psicosomatici. Vedremo qui di seguito alcune delle applicazioni specifiche della psicofisiologia: Psicofisiologia in età evolutiva Prevenzione e trattamento …
Read more