I disturbi d’ansia rappresentano il tipo più comune di patologia psichiatrica, con una incidenza del 18,1% ed una prevalenza, nel corso della vita, del 28,8%. Tuttavia solamente il 37% dei pazienti con disturbi d’ansia ricorre ad una qualche forma di assistenza sanitaria, chiedendo per lo più aiuto ai Medici di Famiglia (24,3%), piuttosto che agli …
Read more

di Giulia Zucchini L’ansia è uno stato psichico, prevalentemente cosciente, di un individuo caratterizzato da una sensazione di paura, più o meno intensa e duratura, che può essere connessa o meno ad uno stimolo specifico immediatamente individuabile (interno o esterno) ovvero dunque una mancata risposta di adattamento dell’organismo ad una qualunque determinata e soggettiva fonte di stress per l’individuo stesso. Può esistere come disturbo …
Read more

  Eye Movement desensitization and reprocessing (EMDR) è una tecnica sviluppata da Francine Shapiro, in cui è richiesto al paziente di rievocare l’evento traumatico mentre subisce una stimolazione bilaterale. Esistono principalmente tre tipi di stimolazione bilaterale:   –          movimenti oculari alternati a destra e a sinistra; –          suoni che giungono da un orecchio a un …
Read more

di Ilaria Polidori Ho voluto concludere questo lavoro con una parte che fosse “applicativa” e cioè mi permettesse di appurare in concreto se, quanto sono andata fin qui dicendo circa il comportamento “deviante” degli agenti economici, (rispetto al paradigma dominante dell’uomo razionale) risulti verificato. Inizio innanzitutto col ringraziare le persone grazie alle quali ho potuto realizzare questo mio progetto …
Read more

di Ilaria Polidori Questo tipo di approccio, prende le mosse da alcuni risultati cui è giunto A. Damasio, uno dei maggiori neurologi contemporanei, nel suo libro “The Dascartes Error” (1995). Egli ritiene che vi sia una differenza fondamentale fra ragion pura e ragion pratica. La prima viene utilizzata di fronte ad un problema astratto che non rientra nella sfera personale …
Read more

di Ilaria Polidori UNA IV REGOLA: ALTERNATIVE IRRILEVANTI ED EFFETTO DISGIUNZIONE Abbiamo già visto nel paragrafo introduttivo come una delle critiche rivolte alla teoria economica neoclassica riguardasse proprio il fatto che non sempre gli individui abbiano delle preferenze spiccate nei confronti delle varie alternative che essi si trovano a dover valutare. I motivi possono essere i più vari, ma …
Read more

di Ilaria Polidori Un altro fattore che influenza la nostra capacità di raccogliere e utilizzare le informazioni e che può avere importanza anche in campo economico, è la cosiddetta legge, nota in psicofisica come Legge di Weber-Fechner. Fino al XIX secolo, la psicologia era una disciplina di tipo esclusivamente filosofico e speculativo, ma dalla metà dell’Ottocento in poi, si cominciò …
Read more

di Ilaria Polidori TRE REGOLE CHE SPESSO CI INDUCONO IN ERRORE a) disponibilità al ricordo Uno degli errori che facciamo sistematicamente, è quello di stimare la frequenza di un evento in base alla “disponibilità” con cui esso ci si presenta alla memoria. Riteniamo in genere, esserci una proporzionalità diretta tra la facilità con cui ci ricordiamo gli accadimenti simili e …
Read more

Euristiche e bias cognitivi: una definizione Di Ilaria Polidori Abbiamo fin qui visto come la razionalità dell’uomo risulta essere una razionalità limitata, e abbiamo altresì potuto osservare come questa limitazione sia spesso alla base di quelli che possiamo chiamare “tunnel della mente” – traduzione piuttosto libera del termine inglese bias che, in inglese corrente, significa …
Read more

di Ilaria Polidori La teoria dei giochi di Von Neumann e Morgestern John Von Neumann e Oskar Morgestern, non limitarono il loro già pregevole contributo al modello dell’utilità attesa, ma andarono molto oltre e – sempre a proposito di incertezza – cercarono di elaborare un modello in grado di prevedere le mosse di chi fosse …
Read more