Articolo di Cecilia Marchese L’utilizzo delle neurotecnologie sugli individui presenta problematicità sia al livello dell’attendibilità della ricerca, che dell’interpretazione dei risultati della ricerca. Come affermato da uno dei primi studiosi del brain imaging, Marcus Raichle, «quelle immagini così seducenti sono al contempo buone e cattive» (citato in Lorenzo d’Avack, 2013, 14). Molti riconoscono che tali …
Read more

Concludendo, possiamo dire che l’ultimo decennio ha visto la ricerca scientifica nell’ambito delle neuroscienze progredire in un modo che non ha precedenti, specialmente per quanto riguarda i complessi meccanismi che regolano il rapporto tra mente e cervello. Sulla scia di tali sviluppi, il numero di esperimenti sempre più sofisticati, mirati a spiegare le basi neurobiologiche e neurofisiologiche del …
Read more

Neuropsicologia della Memoria

aprile 21st, 2015 | Posted by Igor Vitale in Neuroscienze - (4 Comments)

Le aree che da sempre sono state indicate come aree interessate nel controllo e nell’attività della memoria sono innumerevoli, quasi a dimostrare e sottolineare la complessità e i vari sistemi che la compongono. Lesioni a carico di diverse strutture cerebrali possono causare gravi deficit riguardanti l’uso della memoria come l’amnesia, disturbo della memoria a lungo …
Read more

I comportamenti impulsivi aggressivi che includono l’aggressione fisica verso gli altri, l’auto mutilazione, i tentati suicidi, la violenza domestica, l’abuso di sostanze e la distruzione di proprietà sono associati di sovente al disturbo borderline di personalità. Anche il DSM-4-TR individua tra i criteri diagnostici del disturbo Borderline di personalità l’impulsività, i ripetuti e tentati suicidi, i …
Read more

Rifiuto d’amore e dolore fisico implicano processi molto simili nel cervello Essere rifiutati dal partner è un’esperienza molto simile al dolore Uno studio di Kross et al. (2011) ha utilizzato la risonanza magnetica funzionale (fMRI) per evidenziare i correlati neurali delle persone che vivono un allontanamento dal partner. Tale studio è più specifico degli altri …
Read more

Susan Hart, autrice di riferimento per il concetto di sviluppo neuro affettivo postula una sua “psicologia dello sviluppo neuro affettivo”, basata sull’analisi sistematica di tre livelli: livello neurobiologico; livello intrapsichico; livello interpersonale. Il lavoro di Susan Hart (2008) può essere pensato come una prosecuzione del lavoro dell’opera di Schore (2001) ed è focalizzato sulla fusione …
Read more

di Roberto Desiderio La tesi a favore dell’esistenza di un sistema per le emozioni nel cervello umano è, ancora oggi, oggetto di molte discussioni. L’opinione corrente è che alcune strutture cerebrali siano particolarmente importanti per l’esperienza e l’espressione dell’emozione. In questa ottica, le teorie di James e Cannon possono essere viste come precorritrici di uno …
Read more

di Giulia Nocentini Si definisce blindsight affettivo (o emotivo) la capacità di elaborare e di riferire su alcuni segnali emotivi, in assenza di una visione normale (de Gelder, Vroomen, Pourtois & Weiskrantz, 1999; Morris, DeGelder, Weiskrantz & Dolan, 2001). IL BLINDSIGHT AFFETTIVO Esiste una vasta letteratura sull’elaborazione implicita delle espressioni facciali (de Gelder et al., …
Read more

di Giulia Nocentini ASPETTI NEUROBIOLOGICI: LA TEORIA A DUE SISTEMI La necessità di analizzare il modo in cui il cervello elabora un’emozione proveniente da tutto il corpo ha portato alla formulazione di un modello di connettività emozione-comportamento a due sistemi (de Gelder, 2006). L’amigdala risulta essere un pernio chiave nell’orchestrazione di due circuiti emotivi separati: …
Read more