Neuroscienze della Menzogna

Articolo di Cecilia Marchese La menzogna “invisibile” La ricerca di applicazioni sempre più sofisticate ha continuato e nella sua perseveranza ha dato i suoi frutti. Proprio per ovviare a limite delle tecniche poligrafiche, basate sulla rintracciabilità dell’alterazione degli indici corporei, le neuroscienze hanno infatti spostato il focus...

0

Cosa accade nel cervello di chi mente

Articolo di Cecilia Marchese L’utilizzo delle neurotecnologie sugli individui presenta problematicità sia al livello dell’attendibilità della ricerca, che dell’interpretazione dei risultati della ricerca. Come affermato da uno dei primi studiosi del brain imaging, Marcus Raichle, «quelle immagini così seducenti sono al contempo buone e cattive» (citato in...

0

Neuropsicologia della Memoria

Le aree che da sempre sono state indicate come aree interessate nel controllo e nell’attività della memoria sono innumerevoli, quasi a dimostrare e sottolineare la complessità e i vari sistemi che la compongono. Lesioni a carico di diverse strutture cerebrali possono causare gravi deficit riguardanti...

0

Le cause dell’aggressività nel Disturbo Borderline

I comportamenti impulsivi aggressivi che includono l’aggressione fisica verso gli altri, l’auto mutilazione, i tentati suicidi, la violenza domestica, l’abuso di sostanze e la distruzione di proprietà sono associati di sovente al disturbo borderline di personalità. Anche il DSM-4-TR individua tra i criteri diagnostici del disturbo Borderline...

0

Lo sviluppo neuro-affettivo di Susan Hart

Susan Hart, autrice di riferimento per il concetto di sviluppo neuro affettivo postula una sua “psicologia dello sviluppo neuro affettivo”, basata sull’analisi sistematica di tre livelli: livello neurobiologico; livello intrapsichico; livello interpersonale. Il lavoro di Susan Hart (2008) può essere pensato come una prosecuzione del lavoro...

0

Blindsight affettivo: definizione ed esempi

di Giulia Nocentini Si definisce blindsight affettivo (o emotivo) la capacità di elaborare e di riferire su alcuni segnali emotivi, in assenza di una visione normale (de Gelder, Vroomen, Pourtois & Weiskrantz, 1999; Morris, DeGelder, Weiskrantz & Dolan, 2001). IL BLINDSIGHT AFFETTIVO Esiste una vasta letteratura sull’elaborazione implicita...

0

Linguaggio emotivo del corpo e neuroscienze

di Giulia Nocentini ASPETTI NEUROBIOLOGICI: LA TEORIA A DUE SISTEMI La necessità di analizzare il modo in cui il cervello elabora un’emozione proveniente da tutto il corpo ha portato alla formulazione di un modello di connettività emozione-comportamento a due sistemi (de Gelder, 2006). L'amigdala risulta essere un...

0