Comunicazione non verbale è innata o dipende dalla cultura? Le teoria innatista e la teoria neuroculturale Valeria Bafera   Per lungo tempo il tema sull’origine della comunicazione non verbale è stato oggetto di controversie tra studiosi innatisti, che ne ipotizzano l’origine genetica, e studiosi ambientalisti che sottolineano l’importanza dell’apprendimento sociale e dei fattori culturali. Le numerose …
Read more

I protocolli di intervento della Mindfulness Quattro interventi operativi per la mindfulness in ambito clinico   Silvia Bernardi   Negli ultimi 20 anni sono stati sviluppati diversi tipi di interventi basati sulla mindfulness volti a valutare la salute mentale degli individui, fra cui l’MBSR, l’MBCT, il DBT e l’ACT.  L’MBSR (Mindfulness Based Stress Reduction) …
Read more

Rimini ospiterà per la seconda volta il Corso di Analisi Avanzata della Comunicazione Non Verbale (AACNV) e Facial Action Coding System (FACS), che giungerà così alla sua diciottesima edizione. Come è nostro solito ci saranno ben due ospiti speciali nell’edizione Riminese con uno degli autori più cliccati di questo blog: Roberto Desiderio. Roberto Desiderio ha …
Read more

di Maria Gloria Luciani L’istituzione descritta secondo il modello organizzativo genera un limite nella comprensione della concezione gruppale della stessa in quanto non consente di concepire il conflitto come fattore positivo e produttivo di cambiamenti. La razionalità, il consenso e l’efficienza, non bastano a descrivere il fenomeno organizzativo che necessita, in vero, di affrontare quotidianamente …
Read more

Di Roberto Desiderio   Aggressività e Psicoanalisi Grande importanza, nelle teorie psicoanalitiche, viene data al ruolo dell’aggressività nel normale sviluppo psichico dell’individuo oltre che in  determinati “stati psicopatologici”. La problematica di fondo tuttavia rimane quella di stabilire se l’aggressività sia un istinto necessario ed immodificabile al centro delle esperienze emotive o, contrariamente, una reazione con …
Read more

di Lorena Rigoli Le fotografie sono orme della nostra mente, specchi delle nostre vite, riflessi del nostro cuore, memorie sospese che possiamo tenere in mano, immobili nel silenzio – se lo volessimo, per sempre. Non solo testimoniano dove siamo stati, ma indicano anche la strada che potremmo forse intraprendere, che ce ne rendiamo già conto …
Read more

di Roberto Desiderio Nella prima parte di questo testo è stata presentata al lettore una panoramica generale di come sono state descritte, e di come sono considerate oggi, le emozioni. In termini più specifici, per meglio comprendere l’importanza che hanno le emozioni all’interno dei vari orientamenti teorici, risulta utile prendere in considerazione le principali classi …
Read more

di Maria Gloria Luciani Il campo gruppale e il gruppo Il concetto di “campo” è inestricabilmente legato alla teoria della mente estesa per mezzo di un rapporto teorico di causa ed effetto: considerando la qualità estensiva della mente si forma conseguentemente ciò che viene definito “campo” tra due o più persone. Il campo sarà la …
Read more

di Roberto Desiderio Teorie delle emozioni basate sull’appraisal Secondo queste teorie, gli elementi cognitivi sono i contenuti e le cause delle emozioni, nel senso che ogni emozione equivale ad una specifica struttura di significato o valutazione cognitiva della situazione; l’appraisal è un fenomeno conseguente alla percezione e consiste in una valutazione automatica (generalmente involontaria almeno …
Read more

di Roberto Desiderio Teorie interpretative delle emozioni Secondo le teorie interpretative, l’emozione è composta di arousal più interpretazione cognitiva della situazione; questi processi cognitivi e i loro contenuti non hanno nulla di emotivo in sé, ma operano attraverso processi di etichettamento, giudizio e attribuzione casuale, con lo scopo di definire la qualità dell’esperienza emotiva. Schachter …
Read more