Al fine di comprendere l’attività cognitiva dell’uomo, gli scienziati cognitivisti alla fine degli anni ’70 elaborano dei nuovi modelli, i modelli computazionali. Essi permettono di spiegare e al tempo stesso di predire il comportamento umano in situazioni che non conosciamo. La memoria stessa all’interno di questi modelli ha una funzione fondamentale, poiché permette di apprendere …
Read more

Il cognitivismo e il costruttivismo Grazie allo studio di Miller del 1956, da lì a poco, nasce negli Stati Uniti il paradigma Human Information Processing (HIP) della scienza cognitiva. La mente e i suoi processi, come la memoria, sono rappresentati da una fitta rete in cui si snodano informazioni d’entrata chiamati input e d’uscita output. …
Read more

Anche bambini nelle prime fasi dello sviluppo manifestano disturbi a seguito di eventi traumatici. Tale sintomatologia può perdurare anche a distanza di trent’anni. Si verifica inoltre comorbilità con depressione, ansia, abuso di sostanze. Il PTSD inoltre predispone allo sviluppo di disturbi depressivi in età più avanzata. La traumaticità degli eventi può essere percepita ed esperita …
Read more

Dallo stress al trauma: aspetti neurobiologici della risposta al trauma Il mancato adattamento a fronte di una richiesta ambientale di cambiamento definisce lo stress come potenzialmente traumatico. Esso diventa traumatico per l’individuo quando minaccia la sua salute ed il suo benessere, rendendolo impotente di fronte ad un pericolo violando gli assunti di base della sopravvivenza …
Read more

Abuso e trattamento Fattori genetici e condotte genitoriali inadeguate sono elementi che violano la condizione di un ambiente mediamente prevedibile, il quale garantirebbe e promuoverebbe traiettorie di sviluppo normale nel bambino. Condizioni psicopatologiche genitoriali non portano necessariamente ad abusi e maltrattamenti infantili. Fino agli anni ’70 veniva data notevole enfasi al fattore “basso status socio-economico”, …
Read more

La depressione genitoriale è quel tipo di psicopatologia che più di ogni altra è causa di rischio di disturbo psicologico nel tempo per i figli. Familiarità ed ereditarietà dei disturbi depressivi è stata dimostrata da numerosi studi e ricerche. Un bambino con almeno un genitore depresso ha 3 volte in più la possibilità di sviluppare …
Read more

Le emozioni sono reazioni di breve durata, ma intensa risposta a stimoli ambientali. Se non sono individuate correttamente, possono portare a gravi perturbazioni nell’equilibrio psico-fisico. Ciò che differenzia le emozioni dai sentimenti sono la durata , l’intensità e la manifestazione inconscia. I sentimenti non dipendono da stimoli esterni, ma sono influenzati dai nostri interessi, i nostri …
Read more

E’ con grande felicità che vi comunico l’attivazione del nuovo corso del nostro Partner Internazionale: Zivac Group. Il corso in Analisi e Valutazione Comportamentale sarà tenuto a Bucarest in 6 Moduli. Programma: 1.Genetica  comportamentale.  Il comportamento è influenzato da geni ed ambiente. Modello Psicologico Cognitivo. I disturbi di Personalità e la loro influenza sull’ambiente. 28 Febbraio – 1 …
Read more

Lo sviluppo cerebrale prosegue anche durante la pubertà con notevoli trasformazioni strutturali e funzionali. Si verifica una sinaptogenesi seguita da un’eliminazione di tipo competitivo, il Pruning, basata su livelli di attivazione. Nella prima pubertà avviene una iperproduzione di connessioni seguita da un processo di Pruning del tipo use or lose it soprattutto a carico di …
Read more

Alla nascita il cervello infantile contiene 100 miliardi di neuroni, durante il primo anno si creano 1000 miliardi di connessioni ogni cellula ha collegamenti diretti con circa 10.000 neuroni. Il cervello elimina connessioni o sinapsi poco usate o non usate. A seguito della potatura all’inizio dell’adolescenza si costruisce un’organizzazione cerebrale unica e specifica di ogni …
Read more