Dato più consistente e ricorrente nell’abuso e nel maltrattamento infantile è la sua dimensione intra-familiare con la presenza ricorrente di un trauma della relazione, che preesiste e coodetermina quello dell’abuso. Evento o eventi di abuso non emergono improvvisamente, ma rappresentano un ulteriore declinazione di forti perturbazioni della relazione primaria. Le conseguenze degli abusi e dei …
Read more

Abuso e trattamento Fattori genetici e condotte genitoriali inadeguate sono elementi che violano la condizione di un ambiente mediamente prevedibile, il quale garantirebbe e promuoverebbe traiettorie di sviluppo normale nel bambino. Condizioni psicopatologiche genitoriali non portano necessariamente ad abusi e maltrattamenti infantili. Fino agli anni ’70 veniva data notevole enfasi al fattore “basso status socio-economico”, …
Read more

L’abuso di sostanze stupefacenti da parte dei genitori influisce sullo sviluppo dei bambini. L’esposizione in utero a sostanze stupefacenti ha effetti diversi a seconda dei momenti gestazionali. La cocaina porta alla riduzione di densità e numero di neuroni nella corteccia cerebrale a 2 mesi di vita, ma si verificano segni di ripresa a carico delle …
Read more

Anche la qualità della relazione coniugale influisce sulle competenze genitoriali. Secondo l’ottica del developing family sistem, la famiglia è vista come composta di due subsistemi complementari in interazione fra loro: coniugale e genitoriale, ipotizzando una forte relazione fra qualità del matrimonio e qualità della relazione genitore-bambino. Tre ipotesi esplicative sono riconducibili a tre formulazioni generali: …
Read more

Aborti e perdita perinatale La perdita perinatale consiste nella morte del bambino tra la ventesima settimana di gestazione fino ad un mese post-partum. Tale morte ha influenze su una nuova gravidanza (se intrapresa ovviamente) e nella relazione di attaccamento col nuovo nascituro. Le madri che subiscono un aborto portano ed esperire stati emotivi tipici del …
Read more

La maternità in adolescenza è in aumento a partire dagli anni Settanta. Numerosi fattori interagiscono fra loro secondo un modello transazionale dello sviluppo, aumentando il rischio connesso ad una genitorialità precoce. Le madri adolescenti sono più soggette a sintomi depressivi, abuso di sostanze, maltrattamenti verso il bambino. I figli di madri adolescenti mostrano più deficit …
Read more

La depressione materna in gravidanza e durante il primo anno di vita del figlio, rappresenta un fattore di rischio per i figli, che presentano anomalie psicopatologiche da 2 a 5 volte rispetto a bimbi con madri non depresse. Modelli interpretativi diversi spiegano la trasmissione intergenerazionale del rischio psicopatologico: ruolo di meccanismi genetici, caratteristiche temperamentali e …
Read more

Alla fine di questo elaborato risulta quindi chiara la forte influenza del giudizio e della percezione che abbiamo di noi stessi su tutti i nostri atteggiamenti e su tutte le nostre scelte. Abbiamo inoltre visto, prendendo in esame la letteratura relativa a concetto di sé, autostima ed autoefficacia, come queste strutture psicologiche si inizino a …
Read more

L’ambito scolastico, come abbiamo già notato, è uno dei 5 domini dell’autostima ed è anch’esso fortemente influenzato dai successi o insuccessi ottenuti, quindi dal livello del nostro senso di autostima ed autoefficacia. Il bambino o il ragazzo che si trova all’interno del contesto scolastico aggiunge ai suoi schemi di sé anche il fatto di essere …
Read more

Il contributo della teoria dell’attaccamento alla genitorialità Nella sua infanzia il bambino deve avere l’esperienza di una relazione calda intima e continua con la madre, nella quale entrambi possano trovare gioia e soddisfazione. L’attaccamento è un bisogno primario, una predisposizione innata alla continuità e stabilità di un rapporto interpersonale, un legame che si instaura con …
Read more