Consideriamo quelle forme di furto che non rientrano nei disturbi della condotta, ma che, iniziando in età infantile, poi possono sfociare in quei disturbi della condotta che abbiamo già visto. Furto è l’indebita, volontaria appropriazione di oggetti appartenenti ad altri: ci deve essere la coscienza che l’oggetto appartenga ad altri; l’azione, che deve avere il …
Read more

La menzogna nei bambini O bugia è l’azione di alterare consapevolmente e volontariamente la verità: non è menzogna il deformare il vero in buona fede, o alterare la realtà, o inventare cose non vere quando non vi è capacità di distinguere gli autentici confini della verità. Non si può neanche parlare di menzogna quando un …
Read more

Disturbi da deficit d’attenzione e comportamento dirompente Con questa definizione il DSM-IV comprende i seguenti disturbi: Disturbo da deficit di attenzione con iperattività: è una sindrome caratterizzata da instabilità dell’attenzione, con difficoltà di apprendimento, e da attività motoria eccessiva, da impulsività ed aggressività. Tale sindrome nel passato è stata attribuita ad alterazioni dette lesioni cerebrali …
Read more

Il tic è un movimento: improvviso, rapido, brusco; indipendente dalla volontà; stereotipato e ricorrente; finalistico. Si tratta di movimenti isolati o che interessano diverse parti del corpo, preceduti da un senso di tensione che si scarica con il tic. Possono essere motori, da quelli semplici come l’ammiccamento, a quelli complessi come gli atti motori che …
Read more

L’acquisizione della motricità è rilevante nello sviluppo neurologico e psicologico del bambino, dal momento che attraverso le funzioni motorie il bambino si pone in relazione con l’ambiente, fa esperienze utili al suo sviluppo fisico-psichico. Una corretta motricità, fisiologicamente, è basata sul corretto funzionamento delle vie piramidali (conducono l’impulso motorio corticale permettendo il movimento volontario dei …
Read more

Si parla di dislessia quando la capacità di lettura è inferiore rispetto all’età, al livello di intelligenza e di istruzione ricevuta. Il disturbo riguarda: velocità: lettura lenta o stentata; correttezza: lettura con errori frequenti come omissioni, sostituzioni di lettere, ecc; comprensione: difficoltà a capire il significato del testo letto dal momento che il principale problema …
Read more

Quando parliamo di ritardo mentale è difficile non fare riferimento all’intelligenza. L’intelligenza è un concetto difficile da definire: si può pensare ad un insieme di operazioni psichiche utili a comprendere significati, stabilire nessi logici, risolvere problemi, che si riferiscono anche al pensiero, inteso come la funzione psichica che serve per conoscere la realtà, di formulare …
Read more