Il Trattamento del Trauma con la Tecnica del Cinema della PNL

settembre 26th, 2015 | Posted by Igor Vitale in Ipnosi

Cinema_tecnica_PNL
Prima di conoscere uno script per il Trattamento del Trauma, vediamo come Riconoscere il Trauma, ti ricordo che è opportuno affrontare il tema del trauma psicologico con un operatore abilitato.

Gli elementi fondanti del Trauma

  • Sintomi di disregolazione delle emozioni
  • Scarso controllo degli impulsi
  • Frattura del Sé
  • La persona sperimenta l’evento traumatico costantemente
  • La persona vive l’evento traumatico e gli eventi connessi con ansia ed evitamento

Obiettivi della Tecnica del Cinema della PNL (Dissociazione VK) per la Soluzione del Trauma

  1. Regolare i processi biologici e neurologici
  2. Reintegrare le fratture nell’esperienza del se, degli altri significativi, dell’elaborazione della memoria e delle emozioni
  3. Definire i confini interno/esterno
  4. Definire i confini passato/presente

Il Ruolo della Dissociazione nel Trauma

La prima reazione nel trauma è quella di dissociarsi. La dissociazione di per sé non patologica, ma  è un fenomeno con basi biologiche che ha un valore per la sopravvivenza. Una Dissociazione temporanea e moderata può essere utile per l’adulto in fase traumatica.

La Tecnica del Cinema in PNL, chiamata a volte «tecnica di Dissociazione VK è una tecnica utilizzata per il trattamento del Disturbo Post-Traumatico da Stresso. Alcune ricerche sono state prodotte per validare la tecnica da un punto di vista scientifico (Hossack e Bentally, 1996).

L’approccio consiste nell’utilizzo di alcune istruzioni per l’esposizione immaginativa in termini di separazione/distanza/dissociazione dall’immagine.

L’uso dell’esposizione immaginativa fonda le proprie basi sulla ricerca degli approcci di tipo cognitivo comportamentale e di PNL

La descrizione della tecnica è tratta dalla ricerca scientifica di Hossack e Bentally sul trattamento del Disturbo Post Traumatico da Stress

Come Strutturare la Tecnica di Dissociazione VK

Il primo passaggio da strutturare per mettere in pratica la tecnica è costituito da uno di questi due passi

Successivamente ecco un suggerimento di Script per mettere in pratica la tecnica, chiaramente, questo rappresenta solo un esempio di applicazione della tecnica per la Dissociazione VK che necessita di essere adattato alle necessità e caratteristiche peculiari del cliente, ed andrebbe utilizzato solo da personale esperto.

Dopo l’induzione ipnotica possiamo dunque usare un testo di questo tipo:

Sto per chiederti di fare alcune cose che ti aiuteranno ad affrontare lo stress causato dalle immagini ricorrenti. Ti darò delle istruzioni da una parte e ti dirò «entra nella scena» e ti chiederò di farlo. In ogni punto ti chiederò di annuire quando sei dentro.

Ora vorrei che immaginassi te stesso seduto al centro del cinema, è buio e non c’è nessuno al cinema che ha preso il biglietto, ci sei solo tu. La sedia è comoda, il cinema è calmo e ti senti sicuro

…Sullo schermo puoi vedere un singolo fotogramma in bianco e nero, è fermo e puoi vedere te stesso prima dell’evento, prima di avere l’esperienza traumatica.

Ora vorrei che il tuo punto di vista fluttuasse fuori dal corpo….su….nella sala di proiezione… in un punto dove puoi vedere te stesso dall’esterno…dove puoi vedere tutto il cinema….e puoi vedere la tua testa e le spalle…te stesso al centro della sala….e puoi vedere anche la tua stessa immagine in bianco e nero…nel suo singolo fotogramma

Quando te lo dico, vorrei che tu attivassi il singolo fotogramma in un film animato…che includa la tua esperienza… in tempo reale…affrontando tutte le immagini dall’inizio alla fine…e se lo vuoi…puoi includere i suoni….Equando sei nel passato…nella peggiore esperienza e la superi …e tutto inizia a svanire vorrei che ti fermassi ad un nuovo singolo fotogramma

E quando te lo chiedo, dalla tua posizione nel cinema voglio che tu entri dentro lo schermo, proprio dentro l’immagine ferma, entri dentro ed entri dentro l’esperienza, proprio dentro quell’immagine ferma….notando cosa succede…i suoni…gli odori…i sapori….e quando il film va indietro tutte le persone si muovono all’indietro e tutto torna indietro, proprio come succede quando vedi un filmato dall’ultimo fotogramma al primo… tutto è a colori…e quando dico ora…entra nell’immagine ferma…salta dentro e inizia a tornare indietro (annuisci quando sei all’inizio)…entra nell’immagine ferma ora, saltaci dentro e torna indietro.

Chiedere, qual è la sensazione?

  • Dare un nome
  • Localizzare nel corpo
  • Dare una forma (definita vs sfumata)
  • Dare un colore
  • Far defluire/sciogliere/evaporare/frammentare proprio come se potesse un po’alla volta immaginare che la forma il colore

E ora puoi immaginare di fluttuare in alto su proprio come se quel cinema, quelle immagini, quelle sensazioni siano lì dentro, un po’ come se potessi vedere il tutto lontano, dall’esterno, un po’ come se quelle vicende, il tuo passato, quelle persone fossero solo loro…un po come se potessi vedere esternamente…loro….e vedere come tutto svanisce progressivamente…più piccolo….in profondità

Fare un check della sensazione

Ancorare il senso di sicurezza

Suggestione post-ipnotica, ogni volta che quell’immagine tornerà alla mente, ogni volta che sentirai quella sensazione, quell’immagine, sarai libero di prenderla, entrare nel cinema e ripetere questo esercizio ancora una volta, spingendo sempre di più nel passato questa storia, questa vicenda questa situazione.

di Igor Vitale

Hai dei dubbi sulla tecnica? Scrivimi su igor@igorvitale.org!

Corso Gratuito in PNL

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

One Response