Gli 8 Presupposti della Psicoterapia Psicodinamica – Psicologo Bologna

psicoterapia_dinamica_breveL’approccio psicodinamico deve essere considerato come un termine generico applicabile a una serie di strategie terapeutiche. Le psicoterapie psicodinamiche pongono l’accento sull’interazione fra i processi mentali nella genesi di problemi riguardanti l’esperienza soggettiva e il comportamento. Storicamente l’approccio psicodinamico è stato inteso come un modello della mente che da rilievo ai desideri  ai pensieri estromessi dall’esperienza cosciente per finalità  difensive à dovrebbe invece essere inteso come modello globale della soggettività mirato alla comprensione di ogni aspetto riguardante il rapporto fra individuo e ambiente. Le affermazioni di Freud sottolineavano il ruolo centrale della coscienza nel mitigare l’influenza distruttiva di idee e sentimenti che, lasciati fuori dalla coscienza,possono destabilizzare la personalità. Le terapie psicodinamiche mirano a rafforzare la capacità del paziente di comprendere le motivazioni e i significati relativi alle esperienze soggettive, ai rapporti interpersonali e al comportamento altrui. Il terapeuta cerca di espandere nel paziente la consapevolezza di questi meccanismi e influenze per promuoverne la capacità di affrontare continue pressioni. La psicoterapia psicodinamica si basa du 8 assunti fondamentali:

  1. Causalità psichica: i problemi che le persone portano in terapia possono essere affrontati alla luce di pensieri e sentimenti che vi sono sottesi à pensieri mentali: particolari organizzazioni di credenze, pensieri e sentimenti consci e inconsci.
  2. Limiti mentali della coscienza e influenza degli stati inconsci: per comprendere le esperienze inconsce dobbiamo fare riferimento a stati mentali di cui il soggetto è inconsapevole. In tali casi l’inconsapevolezza è motivata dal bisogno del pz di sentirsi al sicuro.
  3. Rappresentazioni interne delle relazioni interpersonali: Relazioni interpersonali hanno un ruolo centrale nell’organizzazione della personalitàà le rappresentazioni si aggregano nel tempo formando strutture mentali schematiche che a loro volta modellano le aspettative interpersonali e le rappresentazioni del sé.
  4. Onnipresenza del conflitto psichico: desideri, affetti e idee possono entrare in conflitto tra di loro. I conflitti che ne nascono sono cause di sofferenza psichica e possono minare il normale sviluppo di capacità psicologiche fondamentali, riducendo la capacità di gestire idee incompatibili.
  5. Difese psichiche: processi mentali che distorcono gli stati mentali consci riducendo il loro potenziale di generare angoscia.
  6. Complessità dei significati: esistenza di diversi significati nascosti nei medesimi comportamenti sintomatici.
  7. Importanza della relazione terapeutica: se c’è buona alleanza ci saranno, con molta probabilità, buoni risultati.
  8. Validità della prospettiva evolutiva: interesse per le origini evolutive dei problemi del paziente si opera per ottimizzare i processi evolutivi.

Contatta uno Psicologo