fbpx

Come Riconoscere il Bugiardo Patologico

bugiardo patologico

Menzogna e patologia

Abbiamo visto come mentire sia un comportamento messo in atto da tutti e per le ragioni più diverse. Pratichiamo perfino delle strategie di autoinganno con lo scopo funzionale di affrontare meglio la vita di tutti i giorni.
Tuttavia non può essere trascurato il fatto che, a volte, la menzogna può essere indice di una patologia.

Come dice Serena Mastroberardino, “in alcuni disturbi mentali, infatti, mentire rappresenta un sintomo e pertanto è bene trattare questo comportamento in maniera approfondita”.

Vi sono invero alcuni fattori di personalità associati alla menzogna che possono fornire una visione più completa rispetto a tale comportamento.
Partiamo dal presupposto che i teorici della personalità utilizzano questo termine “per fare riferimento a qualità psicologiche che contribuiscono a creare le strutture persistenti e caratterizzanti del singolo, come il sentire, il pensare e il comportarsi”.

In particolare, i comportamenti e le risposte implicano degli stili di coping, ovvero quelle modalità di adattamento con le quali si fronteggiano situazioni stressanti. Si tratta pertanto di processi che nascono da interazioni che superano o sfidano le risorse di un soggetto e che sono formati da molteplici componenti, quali la valutazione cognitiva degli eventi, le reazioni di disagio, le risorse personali e sociali, ecc. In condizioni di normalità, le persone sviluppano stili di coping differenti che permettono loro di affrontare la vita senza crollare sotto il peso dei loro problemi.

Alcuni individui, però, sviluppano e manifestano stili inadeguati per cui non riescono ad affrontare tali difficoltà, ma piuttosto tendono ad attribuire agli altri, invece che a se stessi, la colpa delle proprie sofferenze.

Fanno parte di questo gruppo coloro che sono affetti, secondo il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-V; American Psychiatric Association), da un disturbo di personalità, il quale viene ivi definito come “un pattern costante di esperienza interiore e di comportamento che devia marcatamente rispetto alle aspettative della cultura dell’individuo, è pervasivo e inflessibile, esordisce nell’adolescenza o nella prima età adulta, è stabile nel tempo e determina disagio o menomazione”61.

Il DSM-V identifica dieci differenti disturbi di personalità. Di questi, particolarmente in cinque il comportamento di menzogna appare con una frequenza così alta da rappresentare un sintomo significativo. In alcuni di questi disturbi la bugia e l’autoinganno fanno parte integrante di un quadro sintomatologico più ampio e non particolarmente grave. In altri, invece, questo sintomo diventa talmente rilevante da costituire un vero e proprio criterio diagnostico.

di Francesca Baratto

francesca baratto

 

 

 

 

 

 

 

 

Consulta uno Psicologo a Bologna o via skype, se hai bisogno di aiuto

Leggi tutti gli Articoli sulla Menzogna

Scrivi a Igor Vitale