Come riconoscere la personalità dipendente – Psicologo Bologna

personalita-dipendente-curaChe cos’è il Disturbo Dipendente di Personalità?

Una situazione pervasiva ed eccessiva di necessità di essere accuditi, che determina comportamento sottomesso e dipendente e timore della separazione, che compare nella prima età adulta ed è presente in una varietà di contesti, come indicato da cinque o più dei seguenti elementi:

  • 1) ha difficoltà a prendere le decisioni quotidiane senza richiedere una eccessiva quantità di consigli e rassicurazioni;
  • 2) ha bisogno che altri si assumano le responsabilità per la maggior parte dei settori della sua vita;
  • 3) ha difficoltà ad esprimere disaccordo verso gli altri per il timore di perdere supporto o approvazione. *Non includere timori realistici di punizioni;
  • 4) ha difficoltà ad iniziare progetti o a fare cose autonomamente (per una mancanza di fiducia nel proprio giudizio o nelle proprie capacità piuttosto che per mancanza di motivazione o di energia);
  • 5) può giungere a qualsiasi cosa pur di ottenere accudimento e supporto da altri, fino al punto di offrirsi per compiti spiacevoli;
  • 6) si sente a disagio o indifeso quando è solo per timori esagerati di essere incapace di provvedere a se stesso;
  • 7) quando termina una relazione stretta, ricerca urgentemente un’altra relazione come fonte di accudimento e di supporto; si preoccupa in modo non realistico di essere lasciato a provvedere a se stesso.

Come si misura la personalità dipendente? Quali test si usano per la personalità dipendente?

Poiché il disagio si esprime nella dimensione relazionale, è importante esplorare questo aspetto. In particolare sarebbe interessante indagare la dimensione socio-affettiva attuale, gli atteggiamenti genitoriali e conoscere ciò che ostacola il processo di separazione-individuazione.

Test per la personalità dipendente:

  • 1) Test di Millon (MCMI-III) per uno screening diagnostico (non per la valutazione della personalità). Esso valuta il modello caratteriologico precedente alla patologia, indipendentemente dal grado della patologia stessa, fornisce moltissime informazioni.
  • 2) MMPI-2 , un test obiettivo ad ampio spettro per valutare le principali caratteristiche strutturali di personalità.

Non bisogna confondere la personalità dipendente con:

  • 1) Disturbo d’Ansia
  • 2) Disturbo Borderline il soggetto, in questo caso, reagisce all’abbandono con vuoto, rabbia, e pretese, invece nel Disturbo Dipendente cerca aumenta la sottomissione e le concessioni pur di avere un’altra relazione. Il soggetto con
  • 3) Disturbo Istrionico usa manipolazione e eccessiva socievolezza nelle relazioni, mentre il Dipendente usa modestia e docilità. Il soggetto con disturbo evitante vorrebbe relazioni ma ha paura di rifiuti e critiche, mentre il soggetto Dipendente ricerca relazioni e non ha comportamenti de evitamento.

Disturbo di Personalità dipendente: cura e terapia

L’obiettivo principale consiste nel favorire il processo di separazione-individuazione del soggetto. E’ importante quindi stimolare l’espressione e lo sviluppo dei propri bisogni, idee e capacità decisionale. Il paziente cercherà sicuramente di fare in modo che sia il terapeuta a sostituirsi a lui comunicandogli ciò che deve o non deve fare o dire. Spetta al terapeuta trovare un equilibrio armonico tra atteggiamenti di supporto e incoraggiamento graduale all’autonomia. Un aspetto fondamentale consiste nel favorire lo sviluppo decisionale del paziente e l’espressione dei propri desideri. In genere questi pazienti tendono a rifiutare una terapia breve perché cercano di riprodurre la simbiosi con il terapeuta e temono la separazione; il miglioramento terapeutico potrebbe essere vissuto come l’avvicinarsi della separazione dal terapeuta e quindi paradossalmente portare a una regressione e ad un’acutizzazione sintomatica per evitare l’indipendenza. L’obiettivo è dunque quello di favorire lo sviluppo di capacità decisionali, l’aumento del livello di autostima e l’affermazione del sé.

E’ molto indicata l’ipnosi clinica come cura del disturbo di personalità dipendente