La testimonianza oculare è attendibile? Una questione di memoria

settembre 24th, 2013 | Posted by Igor Vitale in Uncategorized

testimone-udienza-tribunale-300x243Molto spesso pensiamo alla memoria come ad un hard disk, una sorta di grande magazzino di dati, per recuperarli basta accedere nella cartella giusta. Eppure la memoria, diversamente da un hard disk non recupera un dato, ma lo ricostruisce. Questo fenomeno, spesso, può condurre la persona in errore. Nella testimonianza oculare a volte, questi processi ricostruttivi possono portare ad una scarsa attendibilità dei risultati.

Il grado di attendibilità della testimonianza oculare dipende dal livello di stress indotto nella persona che ricorda, questo livello di stress deve essere medio poiché altrimenti si incorre nella possibilità di distorcere il ricordo, anche perché quando si richiedono molti dettagli, stressando l’accaduto si possono ottenere ricordi vaghi: la testimonianza oculare è un’esperienza incidentale non voluta e programmata e quindi capita spesso che ci siano poche informazioni ricordate. Un basso livello di stress, invece, genera una scarsa prestazione mentre un moderato livello di stress tende a facilitarla, al contrario un alto livello deteriora la memoria (legge di Yerkes-Dodson,1908). Il grado di precisione del ricordo dipende inoltre dai fattori relativi al testimone (età, genere aspettative, pregiudizi, reazione allo stress) e all’evento nel senso che più si osserva una scena, maggiori sono i dettagli che ricorderemo. Un altro fattore di grande importanza è la salienza dei dettagli: il testimone, infatti, non può può essere distratto da alcuni particolari  per esempio dall’arma e quindi può non ricordare il viso dell’assassino o il suo abbigliamento (fenomeno della messa a fuoco dell’arma)

Sicuramente le distorsioni sono proporzionali al tempo che intercorre tra il fatto e la resa della testimonianza, per questo la prima deposizione è la più attendibile, da considerare meglio nelle future ricerche è il peso che le istruzioni al momento del test, le risorse attentive del soggetto, le sue motivazioni ed obiettivi, hanno sull’attendibilità della testimonianza

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

Leave a Reply