Segreti psicologici dell’amore narcisistico

gennaio 7th, 2017 | Posted by Igor Vitale in Psicologia Clinica | Relazioni Interpersonali | Sessuologia

La storia di Narciso, il bel ragazzo innamorato del suo riflesso nell’acqua è meno conosciuta di quella della sua partner Eco, una giovane ninfa maledetta dagli dei a ripetere solamente i discorsi, senza iniziarli mai.

Quando Eco, non influenzata dall’egocentrismo del suo partner, si avvicinò a Narciso, lo sentì pronunciare parole d’amore. Allora lei – naturalmente – ripeté quelle parole. Narciso parlava con la sua immagine riflessa nell’acqua, e Eco era solamente la versione audio di quell’immagine. Eco credeva che lui parlasse con lei e Narciso – che fissava la sua stessa immagine nell’acqua – aveva associato l’immagine alla sua voce amorevole.

amore-narcisistico

Nell’amore narcisistico, l’uomo è lì a fare qualcosa di notevole per gli altri e la donna lo sostiene e si complimenta con lui.

Le dinamiche nella coppia non sono poi così fisse ed i ruoli possono cambiare.

Sebbene esista una associazione di tendenza tra il “narcisismo patologico” e l’amore eccessivo, la verità è spesso opposta. Anche quando la bassa autostima diventa odio verso di sé, addirittura il narcisismo inconscio fa il possibile per esagerare la percezione di forza o bellezza. D’altra parte, la persona consapevole del sua bassa autostima, prova a sentirsi bene, ed è molto coinvolta in questo processo.

Il narcisismo gioca un ruolo importante nell’innamoramento, sia su fenomeni positivi, sia su fenomeni negativi.

L’autostima si evolve dall’esperienza infantile di sentirsi amati, e quando la persona si innamora, entra in azione. Se l’amore è ricambiato allora il narciso si sente adeguato, altrimenti si sente inappropriato. Coerentemente con l’amore narcisistico, ci sono alcuni indizi che lo rivelano sono la sensazione del partner che cambia in base a come viene percepito dagli altri. Per cui, sei i genitori o gli amici o le persone significative, provano piacere nell’esprimere ammirazione o sono in disaccordo con la scelta del partner, quindi l’amore per il partner cresce. Oppure può verificarsi il contrario, l’amore può ridursi come risultato del feedback degli altri.

Inoltre, se una persona è generosa, di sostegno, evita di mostrare i propri bisogni e prova piacere nell’aiutare gli altri, è naturalmente a rischio di intraprendere una relazione di amore narcisistico.

 

Un altro possibile segnale di amore narcisistico avviene quando la relazione è isolata dal resto della vita di entrambi i partner. Loro vanno in vacanza assieme ed a tutti i tipi di eventi assieme, ma rifiutano la conoscenza della propria famiglia. O, dopo che incontrano degli amici, il tuo partner non vorrà che tu faccia più parte di quel gruppo e quindi proverà a tenerti distante il più possibile e a rompere la relazione con gli amici, fino a quando i due partner siano completamente da soli.

C’è un momento nella mitologia greca, in cui Narciso, cercando di baciare la sua cara immagine si perde nell’acqua e diventa ansioso. Nella vita reale, l’ansia si verifica non solo nel contesto della perdita dell’amore, ma in tutti i contesti di perdita dello specchio, il simbolo dell’autostima narcisistica.

Quando la relazione finisce o, se c’è una relazione a lungo termine, quando l’idealizzazione scompare, il narciso diventa confuso, non sa cosa vuole dalla relazione. Ma può anche essere un momento di consapevolezza che la perfezione non esiste e che forse ha avuto un rispecchiamento falso.

Superare l’amore narcisistico è benefico o fondamentale per capire gli aspetti critici di te stesso che ti porteranno alla corretta scelta del partner. In questo modo, oltre alla cura narcisistica del partner, si verificherà il desiderio di amare il partner in quanto essere umano, non come specchio. Questo cambiamento si può verificare sia nel contesto di una relazione sia in contesto di assenza di relazione. Nell’ultimo caso, la persona si sta per preparare ad una relazione futura, paritaria e salutare.

 

 

 

 

Autrice: Erna Constantin - Psicoterapeuta a Bucarest

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.