Hai già sentito parlare di ansia sociale o fobia sociale, nel linguaggio comune si utilizzano tanti termini simili come timidezza, introversione o anche – sbagliandosi – il termine chiusura. Oggi vediamo cosa significa ansia sociale in psicologia, le cause, i sintomi e soprattutto come si cura. L’ansia sociale è una forte paura di trovarsi in relazione con gli …
Read more

Un numero sempre più elevato di persone, soprattutto di donne giovani e giovanissime, pur non soffrendo di un disturbo alimentare conclamato, assume nei confronti del proprio corpo condotte non così diverse da quelle che i manuali psichiatrici elencano come sintomi di disturbi del comportamento alimentare. Nell’ambito della nutrizione e della cura estetica del corpo, i …
Read more

Neurofeedback Il Neurofeedback si presta a questo compito per diversi motivi. Prima di tutto, è un mezzo pronto per modificare il livello di eccitazione del soggetto in modo controllato. In secondo luogo, a differenza di tecniche di biofeedback, il controllo è bidirezionale: si può muovere la persona verso l’alto e verso il basso nel livello …
Read more

Come scrive Victor Hugo: l’adolescenza è la più delicata delle transizioni. Al giorno d’oggi consideriamo preventivo intervenire sulla cultura affettiva che alimenta il fenomeno alle origini del comportamento a rischio, cercando di aiutare i ragazzi a riconoscere motivazioni e significati affettivi dei propri comportamenti e ad assumerne la responsabilità. Stephen Littleword dice: “Ricorderai l’adolescenza come …
Read more

Gli scopi delle terapie per il DPTS Secondo Mardi Horowitz[1] -che è uno dei massimi esperti nella valutazione e nel trattamento del DPTS e in generale delle sindromi di stress post-traumatico nonché inventore di una modalità di trattamento integrato, basato sui modelli cognitivo-comportamentale, interpersonale e psicodinamico breve- gli scopi del trattamento delle sindromi di stress …
Read more

In letteratura sono diverse le fonti che trattano il fenomeno della procrastinazione e le relative cause. Come già accennato in precedenza, sono due le principali prospettive alle quali i ricercatori hanno fatto riferimento per spiegare le ragioni del comportamento procrastinatorio, quella situazionale e quella psicologica che comprende le differenze individuali e le caratteristiche di tratto …
Read more

Studi sui  farmaci Antidepressivi Tra le diverse classi di farmaci sperimentate, nel corso del tempo, per il trattamento del DPTS, gli antidepressivi (AD) sembrano, a tutt’oggi, quelli più efficaci. Uno studio recente, in particolare, sottolinea tale supremazia, mettendo a confronto 12 diversi AD nel trattamento di 72 veterani con diagnosi di DPTS e Depressione Maggiore[1]. …
Read more

Articolo di Laura Koelliker Non è tanto l’attività in sé a causare la dipendenza ma si costruisce nell’interazione tra soggetto, oggetto e contesto in cui entrambi sono inseriti. Bateson (1998) spiega che le conseguenze, ciò che “deriva” da un evento retroagisce sulle cause, andando a ristrutturare il vissuto e la percezione di Sé. Non sono …
Read more

Il fenomeno della procrastinazione è stato a lungo identificato come un comportamento negativo ed i procrastinatori percepiscono questo comportamento come un problema da ridurre a causa dei suoi gravi esiti. In alcune circostanze, la scelta di posticipare un’attività è frutto di una decisione consapevole e ragionata in quanto ritenuta funzionale rispetto al raggiungimento di un …
Read more

Articolo di Laura Koelliker Il gioco d’azzardo, similmente a quelle che vengono definite “le nuove forme di dipendenza” o “dipendenze senza sostanze”, pone problemi nuovi e diversi da quelli incontrati nella “storia” della prevenzione dalle dipendenze da sostanze. Se nel caso delle dipendenze da sostanze il nodo principale è stato quello relativo alle conseguenze patologiche …
Read more