Perché la creatività può salvarti la vita

giugno 4th, 2019 | Posted by Igor Vitale in Benessere | Psicologia Clinica

Articolo di Irena Semi

Spesso si tende ad associare il pensiero creativo (o creatività) ad artisti, bambini e a coloro i quali “si possono permettere di sognare o fantasticare”. In realtà esso riguarda la capacità di generare molte idee, di connettere quelle che sembrano apparentemente scollegate dando vita a nuove intuizioni, permettendo di trovare soluzioni alternative ai problemi e di affrontare in modo versatile tutte le situazioni della vita quotidiana.

Pensare in modo creativo è utile per vedere questioni e problemi da punti di vista differenti, ed eventualmente trovare una via d’uscita da situazioni complesse o da modelli di comportamento poco funzionale. Rientrano nel pensiero creativo:

  • la capacità di trovare soluzioni differenti;
  • la curiosità,
  • l’abilità di trovare intuizioni innovative ed originali;
  • la capacità di essere autorevoli senza risultare autoritari;
  • la presenza di interessi ampi e eterogenei.

Ne consegue che il pensiero creativo offre un importante contributo al problem solving e al decision making. È inoltre molto utile per trovare soluzioni originali e efficaci di fronte a situazioni difficili e per affrontare adeguatamente lo stress. Una componente fondamentale del pensiero creativo è l’emotività: il processo creativo ha bisogno di una base di sensibilità, e l’emotività ne permette la maggiore espressione.

La creatività consente inoltre di manifestare il proprio mondo interiore e contribuisce all’autorealizzazione, consentendo di esprimere e sviluppare il proprio potenziale.

All’atto creativo/costruttivo sono legate tre principali condizioni .

  1. Apertura all’esperienza.
  2. Interiorità: la valutazione dell’atto creativo proviene dall’interno del soggetto (l’atto creativo viene inteso come compimento delle proprie potenzialità e come espressione di una parte di se stessi).
  3. Immaginazione: amore per la scoperta e per l’esplorazione.

In particolare la seconda condizione è fondamentale in quanto la realizzazione personale è la condizione più importante per favorire la creatività (pur rimanendo l’importanza del consenso degli altri).

Tutto questo è possibile soltanto in una condizione di “sicurezza psicologica” (sentirsi non valutati e accettati) e di “libertà psicologica” (cioè avere la possibilità di esprimersi senza restrizioni).

Corsi Gratis in Psicologia

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.