87 Comportamenti per le Persone di Successo

successo

In Psicologia si distinguono tre tipi di persone:

  • il dominante
  • il sottomesso
  • l’assertivo

Solo il modo di comunicare assertivo è efficace, etico, produce scambi utili e facilita il successo personale e professionale.

assertivita

Tutti noi oscilliamo in queste tre aree, dominare gli altri, sottometterci agli altri o comunicare in modo assertivo. Ma nella maggioranza dei casi il modo migliore di comunicare riguarda l’assertività. In questo articolo, scoprirai come trasformare un comportamento aggressivo o sottomesso in un comportamento assertivo, ovvero in un comportamento aperto al dialogo e al confronto, più presente nelle persone di successo e più efficace per la tua comunicazione. Scopri anche tu se sei dominante, sottomesso o assertivo e scopri come migliorare. 

Pensieri dominanti

La comunicazione Aggressiva e Dominante può avere un appeal su persone insicure, ma sul lungo periodo è una comunicazione assolutamente inefficace. Se vuoi creare ammirazione ed efficacia è più opportuno seguire il modello competenza+caloreImpara a riconoscere i comportamenti dominanti per gestirli con efficacia.

  • “Sono superiore agli altri”
  • “Io posso criticare, agire, tradire…tu no”
  • “Io non ho bisogno di nessuno”
  •  “Gli altri devono accondiscendere senza criticarmi

 

Comportamenti dominanti

  • Prende decisioni anche per gli altri
  • Tende ad umiliare, svalutare e disprezzare gli altri
  • Vuole sempre avere ragione
  • Non ascolta e interrompe costantemente
  • Monopolizza la conversazione
  • Invia messaggi categorici, assolutistici e formulati in modo accusatorio, del tipo “Tu sei quello che…”, “Con persone come te… non c’è nulla da fare”

Comportamenti verbali dominanti

  • “Sempre…”
  • “Mai…”
  • “Ti ordino… “
  • “Sei sempre il solito … “
  • “Fai quello che ti dico io”
  • “Non mi dici la verità”
  • “Non chiedermi il perché”
  • “Non serve che tu prenda iniziative. Ci penso io…”
  •  Se ti comporti in questo modo io non sto più con te

 

Comportamenti non verbali dominanti

Puoi riconoscere un dominante anche dal suo linguaggio del corpo (clicca qui se vuoi un corso gratis sul tema) 

  • Sguardo fisso e minaccioso
  • Posture di supponenza, attacco e intimidazione
  • Voce tonante
  • Mento verso l’alto
  • Gestualità accusatoria, dito puntato
  • Invade lo spazio degli altri
  • E’ sempre in ritardo e si fa attendere
  • Dorso delle mani verso l’alto

 

Pensieri sottomessi

Il sottomesso è una modalità completamente opposta all’aggressività. Spesso, le persone troppo scottate dall’aggressività si spostano su questo frangente, facendo l’errore opposto: farsi mettere i piedi in testa. Ecco una lista di pensieri sottomessi

  • “Io sono inferiore agli altri”
  • “Ciò di cui gli altri si interessano è sempre più importante delle cose di cui mi occupo io”
  • “Quando prendo un’iniziativa rischio di sbagliare e di fare brutta figura”
  • “Se parlo con franchezza, se dico di no, gli altri mi rifiuteranno”
  • “Ho paura di rivelarmi troppo bravo, poiché gli altri mi invidieranno”
  • “Se esprimo ciò che penso l’altro starà troppo male”

 

Comportamenti sottomessi

  • Non dice mai quello che pensa
  • Cerca di essere simpatico a tutti
  • Si dichiara d’accordo anche quando non lo è
  • Davanti a due contendenti dà ragione ad entrambi
  • Evita la responsabilità di ciò che afferma
  • Si scusa ripetutamente e chiede il permesso per tutto
  • Evita di parlare in pubblico
  • Tende a compiacere
  • Non esprime ciò che desidera, se non in modo indiretto ossia lamentandosi

 

Comportamenti verbali sottomessi/anassertivi

  • “Le cose di cui mi occupo sono poco interessanti”
  • “Le rubo un minuto”
  • “Spero di non annoiarla“
  • “Non vorrei disturbare”
  • “Proverò, se ce la faccio”
  • “Scusa se… Scusa se… Scusa se…”
  • “Dovrei… Dovrei… Dovrei…”
  • “Farei meglio a…”
  • “Sto facendo il meglio che posso… mi spiace…”

 

Comportamenti non verbali sottomesso

Anche il sottomesso può essere risconosciuto dal suo linguaggio del corpo (clicca qui se vuoi un corso gratis sul tema) 

  • Movimenti orientati all’inibizione e alla chiusura
  • Gesticola in modo incerto e ansioso
  • Lo sguardo è sfuggente
  • Le posture sono chiuse, rigide, simmetriche
  • Teme l’invasione dei propri spazi di sicurezza
  • Tende ad allontanarsi
  • La voce è bassa, timida, sussurrata, lamentosa con numerosi segregati verbali

 

Veniamo ora alla parte più importante, l’uso di pensieri, comportamenti e frasi assertive. Si tratta di modi di fare e pensare tipiche delle persone efficaci e di successo. Sei pronto/a?

Pensieri assertivi

  • “Posso affermare i miei diritti rispettando quelli degli altri”
  • “Se esprimo il mio dissenso non penso di trattare male gli altri”
  • “Se vinco io, vinci anche tu e viceversa”
  • “è importante credere in se stessi e negli altri”
  • “Un errore non è mai definitivo in certe circostanze è possibile rimediare”
  • “Ho fiducia nelle capacità degli altri”

 

Comportamenti assertivi

 

Comportamenti verbali assertivi

  • “Io mi sento…”
  • “Ho deciso di…”
  • “Tu cosa ne pensi?”
  • “Parliamone”
  • “Che alternative abbiamo”
  • “Ti va questa cosa?”
  • “Riconosco che avrei potuto comportarmi anche in modo diverso”
  • “Tu che cosa mi consigli”
  • “Sono contento di lavorare con te”

 

Comportamenti non verbali assertivi

  • Gestualità aperta, cordiale, ferma e misurata
  • Rispetta i segnali di distanza
  • L’espressione del volto è vivace e interessata
  • Il contatto visivo è diretto e costante
  • Arriva serenamente puntuale, dopo avere concordato luogo e ora dell’appuntamento
  • Il volume della voce è adeguato alle circostanze, udibile e coinvolgente

Ti è piaciuto questo articolo? Scarica il Corso Gratuito di Comunicazione Non Verbale

Ti riconosci in uno di questi comportamento? Scrivilo qui sotto nei commenti!