fbpx

Errore Standard in Psicometria: cosa significa

errore standarddi Marijana Milotic

In psicometria, un argomento di particolare rilevanza nello studio dell’attendibilità è sicuramente quello dell’errore standard. L’errore standard di misura è la deviazione standard della distribuzione delle componenti d’errore in una distribuzione di dati e può essere utilizzato per indicare il livello di attendibilità di un test. Questo indice è influenzato dalla deviazione standard della distribuzione dei punteggi in un test e dal grado di attendibilità di quest’ultimo. In altri termini, l’errore standard è il grado in cui è possibile parlare di errore casuale all’interno di una certa misurazione e sintetizza mediamente di quanto il punteggio ottenuto al test (variabile+errore) dista dal punteggio vero. Se ad esempio la persona X ottiene un punteggio di 100 in un test in cui l’errore standard (ES) è di 4, il suo punteggio reale oscillerà tra tra 96 (100-4) e 104 (100+4).

I fattori che possono causare variazioni tra i punteggi di un test sono effettive diversità tra i soggetti o errori di misurazione. Una volta che un errore sistematico è stato identificato, il suo effetto sul punteggio può essere individuato ed eventualmente corretto. Di maggiore interesse sono le fonti di errore casuale definito in questo modo poiché imprevedibile. Per le misurazioni che riguardano i gruppi, la stima di tale errore è il coefficiente di fedeltà di un test, per le misurazioni che riguardano il singolo individuo la stima è costituita dall’errore standard di misura.

Se hai dubbi sulla psicometria in generale, chiedimi informazioni su igor@igorvitale.org o partecipa alle ripetizioni in psicometria che offro in tutta Italia.

Scrivi a Igor Vitale