fbpx
corteccia prefrontale dorsolaterale

Quali sono le funzioni della corteccia prefrontale dorsolaterale (DL)

La corteccia prefrontale dorsolaterale, inizialmente, non associata al comportamento emotivo, è un’area che si attiva nei compiti di natura cognitiva (es. nella memoria di lavoro) e ha una relazione inversa con la corteccia orbitofrontale (OFC): quando si attiva una si disattiva l’altra e viceversa.

In uno studio del 2002 (Perlestein et al.) alcuni ricercatori sono andati a valutare l’elaborazione visuo-spaziale e la memoria di lavoro osservando l’attività della OFC e della DL: in un primo compito di memoria di lavoro si chiedeva ai partecipanti quale immagine veniva mostrata all’interno di una scacchiera (alcune immagini erano piacevoli, altre spiacevoli); nel secondo compito, questa volta di natura visuo-spaziale, si chiedeva ai soggetti di dire se all’interno della scacchiera vi erano due immagini uguali e dove queste erano localizzate.

Nel primo compito di memoria di lavoro è emerso che le immagini spiacevoli attivano la DL, mentre le immagini spiacevoli attivano l’OFC; nel secondo compito visuo-spaziale si attiva in misura maggiore l’OFC rispetto alla corteccia prefrontale dorsolaterale. L’esito di questo studio ha dimostrato che anche la DL è implicata nei processi emotivi, in particolare si attiva con le emozioni di natura positiva (fig. 10).

Questo articolo è di Giulia Fenili. Si tratta di un estratto della tesi “Effetti del cortisolo sull’esperienza emotiva

Scrivi a Igor Vitale