Il Disturbo Ossessivo Compulsivo: Terapia, Rimedi, Sintomi – Psicologo Bologna

agosto 2nd, 2015 | Posted by Igor Vitale in Psicologia Clinica

disturbo-ossessivo-compulsivo

Le ossessioni e le compulsioni: i criteri diagnostici per il disturbo ossessivo-compulsivo.

Le ossessioni e le compulsioni sono solitamente inquadrate nei disturbi del pensiero. Tuttavia, si tratta di manifestazioni connesse con l’ansia in quanto ritenute meccanismi disfunzionali attivati allo scopo di controllarla e che invece risultano in un suo incremento.

I Sintomi del Disturbo Ossessivo Compulsivo

I criteri volti a definire il disturbo ossessivo-compulsivo sono:

  1. Ossessioni e compulsioni solitamente sono sempre presenti, ma si preferisce distinguerne la definizione)
    1. Ossessioni (parte mentale):
  • pensieri, impulsi o immagini ricorrenti e persistenti, vissuti, in qualche momento nel corso del disturbo, come intrusivi o inappropriati e che causano ansia o disagio marcati;
  • i pensieri, gli impulsi, o le immagini non sono semplicemente eccessive preoccupazioni per i problemi della vita reale;
  • la persona tenta di ignorare o di sopprimere tali pensieri (a differenza della fobia), impulsi o immagini, o di neutralizzarli con altri pensieri o azioni;
  • la persona riconosce che i pensieri, gli impulsi, o le immagini ossessive sono un prodotto della propria mente (e non imposti dall’esterno come nell’inserzione del pensiero schizofrenico).
  1. Compulsioni (parte comportamentale):
  • comportamenti ripetitivi (per es. lavarsi le mani, riordinare, controllare) o azioni mentali (per es., pregare, contare, ripetere parole mentalmente) che la persona si sente obbligata a mettere in atto in risposta ad un’ossessione o secondo regole che devono essere applicate rigidamente;
  • i comportamenti o le azioni mentali sono volti a prevenire o ridurre il disagio o a prevenire alcuni eventi o situazioni temuti; comunque questi comportamenti o azioni mentali non sono collegati in modo realistico con ciò che sono designati a neutralizzare o a prevenire, oppure sono chiaramente eccessivi.
  1. In qualche momento nel corso del disturbo la persona ha riconosciuto che le ossessioni o le compulsioni sono eccessive o irragionevoli.
  2. Le ossessioni o compulsioni causano disagio marcato, fanno consumare tempo (più di 1 ora al giorno) o interferiscono significativamente con le normali abitudini della persona, con il funzionamento lavorativo (o scolastico) o con le attività o relazioni sociali usuali.
  3. Se è presente un altro disturbo in Asse I, il contenuto delle ossessioni o delle compulsioni non è limitato ad esso (per es., preoccupazione per il cibo in presenza di un Disturbo dell’Alimentazione; tirarsi i capelli in presenza di Tricotillomania; preoccupazione per il proprio aspetto nel Disturbo da Dismorfismo Corporeo; preoccupazione riguardante le sostanze nei Disturbi da Uso di Sostanze; preoccupazione di avere una grave malattia in presenza di Ipocondria; preoccupazione riguardante desideri o fantasie sessuali in presenza di una Parafilia; o ruminazioni di colpa in presenza di un Disturbo Depressivo Maggiore, Episodio Singolo o Ricorrente).
  4. Il disturbo non è dovuto agli effetti fisiologici diretti di una sostanza (per es., una droga di abuso, un farmaco) o di una condizione medica generale.

Come Riconoscere Ossessioni e Compulsioni

Caratteristiche formali dei fenomeni ossessivi e compulsivi.

Fenomeni ossessivi:

  • Persistenza
  • Ricorrenza
  • Intrusività
  • Inappropriatezza: il soggetto sa che sono eccessivi e si vergogna
  • Resistenza
  • Coscienza di provenienza interna
  • Esame di realtà interamente/parzialmente conservato

Fenomeni compulsivi:

  • Ripetitività
  • Incoercibilità
  • Secondarietà rispetto alle ossessioni
  • Rigidità
  • Collegamento non realistico con le ossessioni
  • Eccessività

Se ti riconosci in questi sintomi, contatta uno psicologo per un aiuto completo

 

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

One Response