fbpx
protocolli comunicazione bad news in caso di morte

Protocolli medici di comunicazione di bad news in caso di morte (adulti, bambini)

Per approfondire  i protocolli medici di comunicazione di bad news in caso di morte di adulti e/o bambini, ti consiglio di leggere:

Manuale gratuito di 300 pagine sulla comunicazione medica e le bad news – scaricalo grautitamente qui

Il Libro sulle Bad News è parte di un progetto europeo chiamato Bad News Communication in the Medical Field che puoi leggere integralmente qui

Protocolli medici nei casi di morte

Le tristi situazioni di morte portano a un evidente impatto negativo su tutte le persone coinvolte nella situazione particolare, ovviamente con le famiglie ad essere in prima linea su questo problema e, pertanto, i professionisti della salute richiedono cure e attenzioni speciali.

Allo stesso tempo, i protocolli medici stanno anche prendendo in considerazione le situazioni personali e professionali dei professionisti della salute, in quanto questi sono quelli che devono affrontare situazioni così difficili e, soprattutto, dare le bad news alle famiglie.

Le sfide professionali in termini di Protocollo medico sono enormi e comportano una serie di responsabilità classificate con il Protocollo, al fine di evitare possibili implicazioni legali.

La comunicazione di bad news in pratica

A livello pratico, una delle questioni più importanti che i protocolli medici devono considerare, si riferisce alla causa della morte. Nella maggior parte dei paesi, con i paesi dell’UE a far parte di questo, i protocolli medici si concentrano principalmente sulla causa della morte, al fine di garantire la comunicazione della notizia del decesso alle famiglie, poiché la prima domanda generalmente adottata dalle famiglie si riferisce alla causa della morte.

Questo deve essere spiegato in parole semplici e non in un linguaggio scientifico, in quanto ciò può creare più confusione e angoscia per i membri della famiglia. Tuttavia, in diverse occasioni in cui la causa della morte non può essere realmente chiarita, e gli operatori sanitari inseriscono questi casi nel “Codice Garbage” che si riferisce a qualsiasi cosa contrassegnata come causa di morte in un certificato di morte che non può uccidere ufficialmente una persona (Alexander, 2018).

Come si comunica la morte (bad news) alla famiglia del deceduto

La maggior parte dei protocolli medici in caso di morte sono chiariti alle famiglie e, pertanto, ciò ha un impatto su come saranno condotte le famiglie, chi fornirà le notizie tristi, i familiari riceveranno le notizie e, quindi, come, i professionisti della salute tratterà le conseguenze, prendendo in considerazione le seguenti importanti questioni, che sono di fondamentale importanza. Tutto ciò che segue viene messo in pratica nella maggior parte dei paesi contemporanei, con l’Unione Europea ad avere un alto livello, un Protocollo pratico comune e, come da esperienza accademica professionale, ciò avviene a livello pratico, nella Repubblica di Cipro.

Come comunicare la causa principale della morte

La causa principale della morte in questo è importante per il modo in cui le famiglie capiranno e gestiranno la situazione, soprattutto se ciò è avvenuto come un incidente imprevisto, che causa ancora più angoscia e richiede cure extra da parte degli operatori sanitari, e soprattutto se i bambini devono affrontare la situazione particolare, poiché ciò potrebbe potenzialmente determinare il resto della loro vita, in particolare la loro infanzia.

La comunicazione delle bad news in caso di cause secondarie di morte

La causa secondaria o morte alla base, che è anche importante come in una situazione difficile in cui il defunto ha sofferto di una serie di problemi, questo può essere difficile da spiegare alle famiglie e può creare una serie di sfide per per ottenere una comprensione chiarita.

La pratica mostra che il ruolo degli specialisti in questi casi è più importante, in quanto possono spiegare in dettaglio le varie implicazioni e la complessità che ha portato alla morte. Pertanto, i protocolli medici nella Repubblica di Cipro e in altri paesi si concentrano sulle questioni pertinenti e forniscono la tabella di marcia chiarita che aiuterà entrambe le parti coinvolte.

Comunicazione di bad news di morte nei casi dei bambini

Leggi anche come comunicare il concetto di morte ai bambini, nel caso in cui siano deceduti i familiari

Nei casi in cui i bambini sono deceduti, le situazioni in termini di protocolli medici nel fornire le bad news, le cose sono totalmente diverse, poiché i professionisti della salute applicano abilità e competenze diverse, poiché l’accettazione per la perdita di un bambino è difficile, e in diverse occasioni, non può essere accettato dalle famiglie, causando diverse sfide per i professionisti della salute. In questo caso, il supporto degli psicologi dello sviluppo costituisce una procedura abituale e fornisce la capacità di acquisire una comprensione pratica e questo può diventare parte dello sviluppo di un particolare Manuale.

La sindrome da morte improvvisa infantile (SIDS) comunicazione morte

Tali protocolli, di solito indicati come “Sindrome da morte improvvisa infantile (SIDS), definita come” Sindrome da morte improvvisa infantile (SIDS) e la morte di un bambino sono tra le esperienze più difficili di cura del paziente per il professionista pre-ospedaliero. SIDS è la principale causa di mortalità infantile negli Stati Uniti e le cause non sono note. ” (St Thomas Hospital, 2014). Pertanto i protocolli, al fine di avere un’implementazione e un valore pratici, devono includere quanto segue:

  • Conferma dell’assenza di respirazione e pulsazioni
  • Conferma asistolia in due (2) o più derivazioni
  • Contattare il controllo medico e seguire la procedura per morte in scena
  • Provvedere ai bisogni della famiglia
  • Avere almeno un professionista preospedaliero presso la famiglia fino a quando non viene istituita una rete di supporto
  • Contattare il personale di supporto
  • Considera la possibilità di maltrattamenti sui minori

Tutto quanto sopra è considerato importante in quanto può fornire diversi vantaggi che sono riassunti come segue:

Prestazioni per le famiglie dei bambini deceduti (Woolf et al, 1999)

  • Supporto strutturato durante il caso di malattia a lungo termine come il cancro che può portare a gravi conseguenze per la salute, o peggio ancora, alla morte del bambino.
  • Può migliorare le loro conoscenze sulla situazione che si baserà su supporto pratico e prove scientifiche, che avrà senso, eviterà procedure burocratiche e assicurerà che la fiducia nei confronti del sistema sanitario sia presente quando necessario
  • Vengono stabilite procedure di supporto chiarite per il periodo successivo alla triste situazione, in quanto il supporto per il tempo post shock è fortemente raccomandato dalla maggior parte dei sistemi sanitari

Vantaggi per i professionisti della salute (Broughton e Rathbone, 2011)

  • Possono migliorare la qualità delle decisioni al fine di gestire le circostanze familiari e fornire il sostegno pertinente al resto dei membri della famiglia, specialmente quando sono coinvolti più figli, e trovare difficoltà a venire in termini di perdita del loro amato fratello o sorella, che può portare a ulteriori problemi.
  • I protocolli possono consentire agli operatori sanitari di concentrarsi maggiormente e fornire raccomandazioni su come trattare le persone in termini di supporto psicologico, consentendo loro di astenersi dalle decisioni basate sulle loro opinioni personali, invece, queste decisioni, stanno avendo un approccio più formale struttura, che fornisce protezione a tutti i livelli.
  • La qualità del sostegno è garantita in quanto queste azioni saranno fornite solo da persone altamente qualificate, che sono addestrate per la particolare situazione triste, poiché la gestione della morte di un bambino può essere considerata solo come tale. Pertanto, questa qualità di supporto dovrebbe iniziare dall’istruzione universitaria, che preparerà gli operatori sanitari a tali incidenti.

Perché comunicare bad news in modo corretto previene il burnout ed altre condizioni per il personale sanitario

  • I professionisti della salute, come le persone in prima linea che affrontano tali situazioni, possono ottenere un feedback di primo livello, che possono inoltrare al livello superiore della gerarchia e alle istituzioni accademiche, per ulteriori ricerche, e quindi, per il miglioramento delle procedure. Ciò porta ad un maggiore rafforzamento poiché i professionisti della salute sentono e vedono che il loro lavoro è molto apprezzato e preso in considerazione nello sviluppo delle politiche.
  • Fornisce un quadro chiarito per una sequenza complessa e specializzata di attività, che potrebbe potenzialmente causare controversie tra i professionisti della salute a livello individuale, nonché tra i dipartimenti, che possono avere un impatto sulla famiglia del bambino deceduto
  • Il Protocollo medico in situazioni così tristi, fornisce un maggiore livello di autonomia con un focus per modellare il lavoro futuro. Sulla base del fatto che gli operatori sanitari hanno un’interazione diretta con il bambino defunto e la sua famiglia, consente loro di sviluppare una migliore comprensione delle circostanze particolari
  • Un altro importante vantaggio per i professionisti della salute è legato al fatto che l’esistenza del protocollo medico garantisce il consenso all’interno del team di assistenza primaria. Ciò è ancora più importante quando un team di professionisti della salute ha affrontato una situazione difficile, che tuttavia ha portato a una sfortunata fine, causando un enorme disagio per la famiglia e il team.
  • L’esistenza dei protocolli medici di solito porta all’identificazione delle esigenze di formazione. Questo è stato il valore pratico per molti sistemi sanitari nazionali, come Italia, Spagna, Cipro, Regno Unito, Romania, Svezia e altri. Come risultato di questa identificazione, i sistemi sanitari stanno diventando “Organizzazioni dell’apprendimento”

Vantaggi per i sistemi sanitari (NICE, 2020)

  • I sistemi sanitari possono diventare più comunicativi e migliorare la loro capacità di comunicazione, lasciando informazioni al pubblico su diverse questioni, in modo che il pubblico sia pienamente consapevole. Dato il crescente impatto dei processi di comunicazione, l’applicazione delle informazioni al pubblico ha un grande valore
  • Riduce i rischi di potenziali conflitti tra le leadership politiche e operative, che possono portare a ulteriori problemi non necessari, che avranno un impatto negativo sulle famiglie dei bambini deceduti.
  • La sopravvivenza finanziaria dei sistemi sanitari è sempre una delle maggiori preoccupazioni per le leadership operative e politiche. L’adattamento dei protocolli medici in situazioni così tristi riduce il rischio di sprecare tempo, denaro e altre risorse produttive e consente l’allocazione di tali risorse verso obiettivi più produttivi.
  • I protocolli medici chiari riguardanti situazioni difficili possono potenzialmente consentire ai sistemi sanitari di attirare più persone nel lavoro, in particolare i nuovi arrivati, e quindi creare un ambiente di lavoro più sostenibile, in quanto beneficeranno sia i professionisti della salute che i bambini

Come riepilogo di tutte le questioni che sono state chiaramente identificate ed esaminate, il seguente grafico (2.2.) fornisce un quadro chiarito dei principali vantaggi derivanti dalle procedure di comunicazione e in piena cooperazione e secondo le linee guida particolari fornite dai protocolli medici. Come risultato di queste pratiche, è possibile sviluppare manuali specifici al fine di avere un valore più pratico per tutte le parti interessate e concentrarsi sul miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza delle azioni. Nonostante alcune limitazioni minori riguardanti i protocolli medici e la comunicazione (Kobo-Greenhut et al., 2014), questi non possono in nessun caso rovesciare i molteplici benefici che esistono per tutte le parti nella procedura.

I Vantaggi del protocollo medico di comunicazione delle bad news

Questo schema rappresenta gli elementi principali della comunicazione delle bad news in caso di morte

protocolli comunicazione bad news in caso di morteBibliografia su comunicazione delle bad news (morte)

  1. Ti consiglio di leggere il Libro gratuito di 300 pagine sulla comunicazione delle bad news – include bibliografia completa
  2. Protocolli medici per la comunicazione delle bad news
  3. Come gestire una crisi d’ansia nella comunicazione delle bad news
  4. La gestione della comunicazione delle bad news
  5. Comunicazione in ambito sanitario ed ospedaliero

 

Scrivi a Igor Vitale