Stress e insoddisfazione sono cause dei maltrattamenti a lavoro

gennaio 4th, 2014 | Posted by Igor Vitale in Psicologia del Lavoro

Stress e insoddisfazione facilitano i maltrattamenti a lavoro

 Perché un’azienda dovrebbe occuparsi di ridurre stress e insoddisfazione lavorativa

Giorgia Silvestri

mobbing (2)Stress e soddisfazione lavorativa come antecedenti del comportamento deviante lavorativo (O. F., Halim, 2011)

L’obiettivo di tale studio è quello di investigare la correlazione tra comportamento deviante sul luogo di lavoro e fattori di stress e soddisfazione lavorativa.

Il focus di partenza è il seguente: il comportamento deviante sul luogo di lavoro rappresenta un importante costrutto per i ricercatori in ambito organizzativo. Le aziende perdono ogni anno miliardi di dollari a causa dei comportamenti devianti sul luogo di lavoro: i dipendenti che sono oggetto di devianza organizzativa possono infatti avere maggior turnover, danni alla propria autostima, ambiguità di ruolo, aumento della paura e dell’insicurezza sul lavoro, dolore fisico e psicologico.

Attraverso una meta-analisi di 57 studi empirici riguardanti gli antecedenti dell’aggressione sul luogo di lavoro, è risultato che esistono predittori significativi, come il conflitto interpersonale e le costrittività situazionali. Inoltre, è stata rilevata la correlazione negativa tra soddisfazione lavorativa e aggressività sul luogo di lavoro.

Come metodologia, si tratta di uno studio esplorativo one-shot non sperimentale: 162 questionari somministrati a dipendenti pubblici in Malesia.

Strumenti di misura:

–   Comportamento deviante sul luogo di lavoro (misurato con la scala di devianza organizzativa di 19 item);

–    Soddisfazione lavorativa (misurata con una scala di 19 item di Brayfield e Rothe’s);

–    Misura di stress lavoro correlato (usando una scala modificata dello stress nella General Scale).

Dall’analisi dei dati sono state ottenute delle correlazioni moderate e significative tra i costrutti analizzati. In particolare è stata ottenuta, come ipotizzato, una correlazione significativa e positiva tra stress da lavoro correlato e comportamenti devianti sul luogo di lavoro, e una correlazione negativa e significativa tra soddisfazione lavorativa e comportamenti devianti sul luogo di lavoro.

Inoltre, è stato effettuato un t-test per verificare se ci fossero differenze nei comportamenti devianti rispetto alla variabile di genere. Il campione risultava bilanciato piuttosto bene rispetto a questa variabile: 73 maschi, 89 femmine. È stato rilevato però, che non sussiste alcuna differenza nell’incidenza di questi comportamenti rispetto al genere.

I risultati hanno quindi riscontrato una correlazione positiva tra stress e comportamento deviante, negativa tra soddisfazione e comportamento deviante.

 

Comments

Comments

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 Responses are currently closed, but you can trackback.

5 Responses